Challenge Cup: doppio bonus per le Zebre Rugby che tengono testa al...

Challenge Cup: doppio bonus per le Zebre Rugby che tengono testa al Gloucester: finisce 26-33

586
0
CONDIVIDI

Zebre Rugby Club vs Gloucester 26-33 (p.t. 19-14)

Marcatori: 10‘ m Meyer tr Canna (7-0); 17‘ m Giammarioli tr Canna (14-0); 26‘ m Ackermann tr Williams (14-7); 37‘ m Thorley tr Williams (14-14); 40‘ m Boni (19-14); s.t. 4‘ m Thorley tr Williams (19-21); 10‘ m Williams tr Williams (19-28); 28‘ m Hibbard (19-33); 30‘ m Gaffney tr Palazzani (26-33);

Zebre Rugby Club: Minozzi, Gaffney, Bellini, Boni, Venditti, Canna (16‘ s.t. Bordoli), Violi (16‘ s.t. Palazzani); Giammarioli, Meyer (10’ s.t. Sarto), Mbandà, Biagi (cap), Sisi (11’ s.t. Krumov), Chistolini (14‘ s.t. Bello), Fabiani (16‘ s.t. Luus), Lovotti (14‘ s.t. Ah-Nau) (Non entrato: Pratichetti) All. Bradley

Gloucester: Hudson (34’ Thorley), Sharples (39’ s.t. Heinz), Symons (22’ s.t. Twelvetrees), Atkinson, Purdy, Williams, Vellacott; Ackermann, (22’ s.t. Ludlow), Polledri (14’ s.t. Ludlow, 19’ s.t. Polledri), Clarke, Galarza (22’ s.t. Thrush), Savage (cap) Afoa (29’ s.t. Orr), Hibbard (32’ s.t. Walker), McAllister (25’ s.t. Hohneck) All. Ackermann

Arbitro: Mike Adamson (Scottish rugby Union)

Assistenti: Lloyd Linton e Bob Nevins (Scottish rugby Union)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby Club) 2/3, Palazzani (Zebre Rugby Club) 1/1 Williams (Gloucester) 4/5

Cartellini: 15’ s.t. giallo a Bellini (Zebre Rugby)

Man of the match: Polledri (Gloucester)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 2, Gloucester 5

 

La vicecapolista della Premiership forse non si aspettava queste Zebre ed ha rischiato di pagare pesantemente dazio. L’avvio bruciante dei ragazzi di coach Michael Bradley vede subito i padroni di casa in vantaggio sul 14 a 0. Due mete in soli 7′ con Meyer e Giammarioli sorprendono ma non piegano i campioni inglesi che già nel corso della prima frazione di gioco sono riusciti a rientrare in partita con due mete. Ma la realizzazione di Tommaso Boni allo scadere permette ai bianconeri di andare al riposo in vantaggio.

Nella ripresa i ragazzi del Gloucester capiscono che al Lanfranchi non è il caso di scherzare troppo e rientrano con il piede premuto sull’acceleratore. Biagi e compagni ce l’hanno messa tutta, ma sul piano della velocità gli inglesi hanno qualcosa in più e trovano ben 3 mete prima che Gaffney trovi la realizzazione che rimette – troppo tardi purtroppo – il XV del Nord Ovest in gioco. La franchigia di base a Parma – che dal 15′ al 25′ della ripresa ha sofferto anche l’uomo in meno per il giallo a Bellini – ha provato in tutti i modi a rifarsi sotto, ma il XV di coach Ackermann ha contenuto bene.

Finisce così 26-33. Una sconfitta sì, ma agrodolce: non solo le Zebre si sono battute per lunghi tratti addirittura con una certa superiorità rispetto agli avversari, ma i bianconeri sono riusciti anche a portare a casa 2 punti di bonus. E non è poco in un torneo così duro. In ogni caso la rivincita è a portata di mano: il ritorno al Kingsholm Stadium è in programma il 16 dicembre alle 16 italiane. Ma bisogna aspettarsi comunque un Gloucester un po’ diverso.

Passando alla cronaca degli 80′ visti oggi al Lanfranchi, va subito detto che nei primi 5 minuti arrivano due falli degli inglesi: uno giocato veloce porta però al tenuto di Biagi mentre il secondo in mischia chiusa viene calciato in touche ai 22. I bianconeri non riescono a rendersi pericolosi ma mantengono il pallino della sfida col piglio. I primi 10 minuti di superiorità portano alla meritata meta di Meyer alla bandierina destra trasformata da Canna. Monologo bianconero che prosegue con una bella lunga azione alla mano; il varco si apre sempre alla bandierina destra dove è l’altra terza linea Giammarioli a trovare la seconda meta delle Zebre. Canna è perfetto dalla piazzola per il 14-0 al 18° minuto.

Provano a rispondere i cherry & white al 21° con una penal-touche che per poco non porta in meta la maul ospite. Spinge il XV di Ackermann con l’ex under 20 italiano Polledri fermato al 25° da Gaffney lanciato in meta. Un fuorigioco bianconero porta al piazzato giocato in rimessa, con il pack biancorosso che porta in meta Ackermann al 26°. La gara è equilibrata mentre cresce la rimessa delle Zebre che al ruba runa la rimessa di Hibbard in attacco. Gli inglesi mettono pressione ai padroni di casa al 34° ricevendo un fallo giocato in mischia ai 5 metri. La pericolosa azione si chiede con un velo dell’attacco. Un altro velo concede territorio al Gloucester che sfrutta la rimessa al 38° per segnare con l’ottimo riciclo del neo entrato Thorley. Prima dell’intervallo il XV di Bradley torna avanti: altra lunghissima azione alla mano che sfrutta la superiorità al largo sinistro trovando con Boni la terza meta italiana che manda le squadre negli spogliatoi sul 19-14.

Ad inizio ripresa gli ospiti ottengono il primo vantaggio della gara con la seconda meta trasformata di Thorley che finalizza una bella azione veloce in avanzamento degli inglesi oggi in maglia fucsia. Un tenuto di Gaffney al 49° riporta a difendere le Zebre nei propri 22: la rimessa innesca i trequarti inglesi che vanno in meta con Williams nonostante un probabile velo. I bianconeri rimangono anche in 14 a causa di un in avanti volontario di Bellini a cui viene sventolato un giallo; ma provano a risalire nel punteggio riportandosi nella metà campo inglese. All’ora di gioco un fallo inglese porta Luus alla rimessa ai 5 metri col XV del Nord-Ovest che però non riesce a pungere. Sull’altro fronte invece, nonostante il rientro in parità numerica, è ancora Gloucester a colpire con la meta della maul segnata da Hibbard, con Williams al primo errore dalla piazzola della giornata. A dieci minuti dal termine i bianconeri con orgoglio segnano la quarta meta che frutta un punto ai bianconeri: bella azione sll’out destro finalizzata dall’azione dell’irlandese Gaffney per il 24-33 parziale. La trasformazione di Palazzani riporta i padroni di casa a distanza di break. Negli ultimi sprazzi di gioco la gara non decolla con le due squadre che chiudono la contesa sul 26-33: vittoria col bonus al Gloucester e due punti di bonus per le Zebre al Lanfranchi.

 

EPCR CHALLENGE CUP – POOL 3

Round 3

8 Dicembre: Agen vs Pau 20-41 (0-5)

9 Dicembre: Zebre Rugby Club vs Gloucester Rugby 26-33 (2-5)

Round 4

14 Dicembre 2017 ore 20.45 – Pau vs Agen

16 Dicembre 2017 ore 15.00 – Gloucester Rugby vs Zebre Rugby Club

 

Classifica

Pau 14, Gloucester Rugby 11, Agen 5, Zebre Rugby Club 3

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: