“Partire o Restare”, questo il problema al Meeting Giovani 2018

“Partire o Restare”, questo il problema al Meeting Giovani 2018

564
0
CONDIVIDI

“Partire o Restare” è il tema del Meeting Giovani 2018, giunto quest’anno alla ventiquattresima edizione, in programma il 9, 10 e 11 maggio al Teatro al Parco. L’iniziativa promossa da Ausl – Spazio Giovani, Comune di Parma, Ufficio scolastico provinciale, Università di Parma, Associazione Galleria dei Pensieri, Teatro delle Briciole, Compagnia Era Acquario, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, è stata presentata oggi. Insieme a un pubblico di oltre 1500 ragazzi, si analizzeranno ed approfondiranno i temi della scelta e del “viaggio” in tutte le sue accezioni. Si può decidere di “restare” oppure di “partire”, restare fedeli ai legami e alle tradizioni o sperimentare la scoperta di altri confini e di una nuova vita.

Nel corso di quest’anno  scolastico, i ragazzi delle decine di realtà coinvolte, tra scuole, centri giovani, associazioni ed onlus, hanno fatto un percorso di approfondimento rispetto ai vari “itinerari” di vita possibili. Chi parte può farlo per molte ragioni: per necessità, per il desiderio di fare nuove esperienze, crescere o apprendere. Qualunque sia il motivo che può portare una persona “altrove”, nell’esperienza del viaggio si troverà a “lasciare andare” qualcosa e a “trovare” qualcos’altro. E ancora: si può viaggiare fisicamente oppure con la mente e con il cuore, anche senza uscire dalla propria stanza. I temi dei confini, di cosa e dove sia “casa”, della difficoltà e delle emozioni legate ad una scelta importante sono soltanto alcuni dei molteplici aspetti del viaggio che sarà narrato nelle tre giornate conclusive del Meeting Giovani. Lungo e piuttosto articolato il programma di questa edizione del Meeting (PROGRAMMA MEETING GIOVANI 2018).

Elena Saccenti, direttore generale Ausl Parma, ha ricordato che “il viaggio è il tema scelto dai ragazzi, a sottolineare la loro voglia di esserci, partecipare, pensare alla loro vita futura, per esserne protagonisti consapevoli e responsabili. Si può restare o partire: comunque si cresce, si affronta il mondo. L’impegno degli adulti è di lavorare insieme – sanità, scuola, servizi sociali – per costruire una comunità solidale, dove consentire ai ragazzi di crescere”.

“Nel corso dell’anno, per la migliore preparazione del Meeting abbiamo realizzato anche due convegni, occasioni di incontro per confrontarci come Comitato scientifico e pensare come fare evolvere e rinnovare il Meeting”, ha sottolineato Carla Verrotti, responsabile Spazio Giovani Ausl Parma.

Alla presentazione anche gli studenti Matilde Becchi e Wu Xiao Cing che hanno spiegato rispettivamente l’immagine del Meeting e il segnaluogo. Nella prima una ragazza senza volto, in modo che ognuno possa rivedersi, seduta, come simbolo di restare, su una nuvola, simbolo di spensieratezza e del partire. Il secondo ha alla base dei tondini di legno, simbolo della casa, del nido, del restare, con dei filamenti in acciaio, come frecce che partono dal nido per divenire percorsi.

Ben 15 le scuole interessate (Ecipar, Formart, Forma Futuro, Enaip, Enac Fidenza, Istituto Berenini di Fidenza, Istituto Giordani, Istituto Magnaghi, Istituto Melloni, Liceo Marconi, Liceo Sanvitale, Liceo Toschi, Scuola media Calestano, Scuola media Newton, Scuola media Vicini), 7 i Centri Giovani (Airjam, Baganzola, Casa nel parco-scuola del fare, Esprit, Il Federale, Montanara, Maestro Pegaso), 22 le Associazioni, Cooperative ed Enti (Asp di Fidenza Servizi Sociali, Ass. Culturale creatività, Ass. Culturale Jamais vu, Ass. Culturale TraAttori, Ass. Le Remiganti, Ass. di volontariato Fuori di Teatro, Ass. Parma per gli Altri, Biblioteca Civica Spazio Giovani, Ciac Onlus, Coop. Aurora domus, Coop. Eidè, Coop. Gruppo Scuola, Coop. Ippovalli, Coro Giovanile Ars Canto Giuseppe Verdi, Fidenza Cultura, Forum Solidarietà, Giocamico, Gruppo Comunicatori Sociali, Gruppo Costruttori di Ponti, Informagiovani, Istituto Storico della Resistenza di Parma, Studio Danza Fidenza).

Vista la forte valenza educativa e l’efficacia del progetto nell’ambito della prevenzione del disagio giovanile, anche il Servizio Sociale dell’ASP del Distretto di Fidenza, ha attivato dal 2011 il progetto Meeting Giovani. Il 14 maggio ragazzi e ragazze dei Comuni del Distretto calcheranno il suggestivo palco del Teatro Magnani di Fidenza, davanti ad un pubblico di coetanei.

Nessun commetno

Lascia una risposta: