Vigilia contro la Ternana, D’Aversa: “La classifica? Non la guardo”

Vigilia contro la Ternana, D’Aversa: “La classifica? Non la guardo”

59
0
CONDIVIDI

Quella di Terni sarà una partita molto importante per capire a che grado è arrivata la nostra maturità. Non sarà una gara semplice, perchè la Ternana è una delle squadre che esprime il miglior calcio: la classifica non dice questo, però hanno un allenatore molto preparato. Hanno una media altissima sui contrasti vinti, questo rispecchia le caratteristiche dell’allenatore; inoltre hanno fatto la maggior parte dei gol nel primo tempo, dovremo essere bravi fin dall’inizio per portare a casa il risultato“.

Così Roberto D’Aversa alla vigilia della gara contro la Ternana.

“La situazione infermeria? Valerio Di Cesare si è allenato in parte con noi, ma non è convocato, per il resto la situazione è sempre la stessa. Baraye ancora in mezzo all’attacco è una possibilità che ci può stare, perchè in quel ruolo sta facendo molto bene, se migliora alcuni aspetti può diventare fondamentale anche il quel ruolo. Bisogna rispettare l’avversario a prescindere da contro chi giochiamo. Non guardiamo la classifica, visto che la Ternana gioca un bel calcio e non sarà facile, i ragazzi devono andare in campo con l’atteggiamento visto nell’ultima gara, giocando maturi e cercando di sfruttare le situazioni create”.

“La piazza di Terni la conosco, ci ho giocato due anni: hanno un pubblico che spinge molto, ci aspettiamo un ambiente non facile, dovremo essere bravi a non far prendere loro coraggio. Frediani? Il fatto che l’ho inserito significa che è cresciuto, si è sempre allenato forte come fanno i suoi compagni, poi faccio delle valutazioni anche in base al tipo di partita che andremo ad affrontare”.

Il Mister celebra un anno di panchina con i Crociati. Nel calcio è fondamentale il gruppo: i ragazzi hanno dimostrato maturità sotto tutti i punti di vista, mi auguro anche quest’anno di regalare soddisfazioni e credo che se andiamo avanti così possiamo togliercene qualcuna, ma sarà per merito loro“.

C’è stata una crescita a livello di condizione fisica, ma come ho già detto le sconfitte spesso insegnano più delle vittorie, si può maturare di più dopo una sconfitta, anche se ovviamente ci auguriamo di chiudere ogni gara con una vittoria: ci sono stati dei passaggi che ci hanno fatto capire i nostri valori, come ad esempio la gara contro la Salernitana, ci siamo compattati a livello tattico e mentale. Questo è un campionato di B in cui si contano più gol segnati rispetto agli anni passati e quindi resto convinto che bisogna avere la miglior difesa, il che ovviamente non vuol dire essere meno propositivi“.

Notiziario e convocati – Al termine della seduta di allenamento a porte chiuse sostenuta questa mattina al Centro Sportivo di Collecchio, Mister D’Aversa ha convocato per la diciottesima partita del Parma Calcio nel campionato Serie B ConTe.it 2017/2018, in programma domani pomeriggio allo stadio Libero Liberati di Terni (fischio d’inizio: ore 15) contro la Ternana, i seguenti 23 giocatori (in ordine alfabetico), che sono partiti per il ritiro pre-gara in Umbria:

Yves Baraye, Antonino Barillà, Francesco Corapi, Jacopo Dezi, Antonio Di Gaudio, Andrea Dini, Pierluigi Frattali, Marco Frediani, Riccardo Gagliolo, Luca Germoni, Simone Iacoponi, Roberto Insigne, Alessandro Lucarelli, Pasquale Mazzocchi, Gianni Munari, Michele Nardi, Manuel Nocciolini, Juan Ramos, Luigi Alberto Scaglia, Manuel Scavone, Matteo Scozzarella, Francisco Sierralta, Luca Siligardi.

Il doppio ex –  Con 65 presenze nelle Fere e 124 nei Crociati, non poteva che essere Massimo Paci lo Storico Doppio Ex di Ternana-Parma, gara valida per la 18° giornata del campionato di Serie B Conte.it.

Marchigiano di nascita e di scuola calcistica, Massimo Paci debutta nel professionismo con la maglia dell’Ancona nella stagione 1997/98, quando in Serie B scende in campo per la prima volta nel match concluso con il risultato di 0-0 contro l’Hellas Verona. Sarà il compianto tecnico Franco Scoglio a promuoverlo poi titolare, soprattutto nel girone di ritorno di quella stagione.

Paci si fa notare, tanto da guadagnarsi un ingaggio da parte della Juventus nel 1998/99. Un infortunio però ne limita le possibilità di mettersi in luce con la maglia bianconera, tanto che l’anno successivo torna nelle Marche, dove con la maglia sempre dell’Ancona si toglie la soddisfazione di marcare il primo gol tra i professionisti e di vincere il campionato di C1.

Per due anni va poi alla Viterbese: 44 presenze e 2 reti che gli valgono il ritorno in B con la maglia della Ternana. Con le Fere disputa altre due stagioni, nelle quali conterà 65 preseze e altre 2 reti. Con i rossoverdi sono per Paci due stagioni importanti: la Ternana in cadetteria in qurgli anni disputa ottimi campionati, chiusi nella metà alta della classifica e lanciando giocatori come Jimenez (altro futuro crociato) e Kharja: con in panchina Mario Beretta arrivano due settimi posti (sebbene al secondo anno di Paci verso la fine della stagione Beretta lasci il posto a Bruno Bolchi).

A Lecce arriva per lui l’occasione di giocare nella massima Serie A: è Zeman a volerlo in giallorosso, dove Paci disputa il campionato 2004/05 segnando un gol contro il Siena. Per lui l’anno successivo c’è la possibilità di andare al Genoa, ma l’esclusione dalla Serie A appena conquistata dal Grifone fa sì che Paci finisca in prestito all’Ascoli, sempre in A, dove gioca 33 gare complessive.

A Parma arriva l’anno succesivo. In Emilia sarà l’esperienza più lunga della sua carriera, visto che Paci vestirà la maglia crociata per 5 stagioni. Nella prima gioca 25 gare, oltre a 4 in Coppa Uefa (che segnano il suo debutto in Europa, nella gara contro il Rubin Kazan); nella seconda stagione 22 presenze e ben 4 reti: Paci in queste stagioni si ritaglia dunque un ruolo importante, contribuendo anche in fase realizzativa:

via GIPHY

Paci diventa un pilastro della difesa nell’anno dell’immediata risalita in Serie A con in panchina Francesco Guidolin (stagione nella quale segna anche un gol); poi colleziona nei due anni succcessivi 27 e 19 presenze in A, prima di passare al neopromosso Novara, sempre nalla massima serie, dove resta anche nel 2012/13 con la maglia bianconera del Siena.

La carriera di Paci prosegue poi a Brescia e si conclude con la maglia del Pisa nel 2014/15: in tutto per lui nel professionismo sono 415 presenze e 19 gol.

Oggi Paci sta intraprendendo la carriera di allenatore. Dopo aver allenato la Civitanovese, si è seduto sulla panchina del Montegiorgio, in Eccellenza.

 

L’arbitro dell’incontro –  Sarà il signor Niccolò Baroni della sezione Aia di Firenze l’arbitro che venerdì 8 dicembre (fischio di inizio: ore 15) dirigerà la partita tra Parma Calcio e Ternana allo stadio Libero Liberati di Terni, gara della diciottesima giornatadel campionato Serie B ConTe.it 2017/2018.

A coadiuvarlo, come assistenti, sono stati designati i signori Valerio Colarossi di Roma e Gaetano Intagliata di Siracusa e, come quarto uomo, il signor Valerio Marini di Roma.

Nessun commetno

Lascia una risposta: