San Secondo: il terzo mestiere di Stefano Pompini

San Secondo: il terzo mestiere di Stefano Pompini

1939
0
CONDIVIDI

E’ ufficialmente Stefano Pompini, 54 anni, il direttore sportivo del San Secondo, società militante nel campionato di Promozione.

Stefano è al primo anno come direttore sportivo ma lo si ricorda attaccante in C1 con l’Ascoli, poi con Fiorenzuola e Brescello, da allenatore nel settore giovanile del Modena ed in molte società dilettantistiche dall’Eccellenza (Salsomaggiore) alla I Categoria.

Pompini spiega la sua terza carriera calcistica: “ Sicuramente usufruirò dell’esperienza da calciatore e da allenatore ma già negli ultimi anni davo una mano alle dirigenze per allestire le squadre.”

– Ha nostalgia della panchina ?
“Quest’anno andrò ancora in panchina come dirigente ma il giovane allenatore Gianluca Del Grosso avrà carta bianca per la scelta della formazione. Del Grosso già ha fatto un buon lavoro nello scorso campionato.”
– Quali sono gli obiettivi del San Secondo per i suoi primi cento anni ?
“Di ottenere una tranquilla salvezza.”

– La squadra è completa ?
“No; abbiamo bisogno di un attaccante dopo le partenze di Lorenzini e Gualtieri

– Ci sono dei nomi per l’attaccante ?
“Si quelli di Camara e Luca Montali dal Ghiare, però, che voglia smettere per motivi personali. In questo periodo ci sono pochi attaccanti in giro.”

-I tifosi vi seguiranno ?
“In questo periodo, in paese si parla molto della squadra.”

Il San Secondo disputerà la prima amichevole a Tabiano domenica 23 agosto contro il Salsomaggiore, mercoledì 26 agosto a Basilicanova contro il Basilica 2000 e e infine sabato 29 a Fognano contro l’Aurora Parma.

a cura di Maurizio Esposito 

Nessun commetno

Lascia una risposta: