Calcio Dilettanti – Braiati: “Il dirigente di società è come il cervello...

Calcio Dilettanti – Braiati: “Il dirigente di società è come il cervello nel corpo umano”

727
0
CONDIVIDI

Arrivato a Parma, nella sede del comitato provinciale :  Paolo Braiati presidente della Figc regionale,  in occasione della premiazione delle società vincenti i tornei provinciali della stagione agonistica 2016-17.

Braiati, negli scorsi giorni era stato per lo stesso motivo in altri comitati ed aveva dichiarato: “Abbiamo fatto anche riunioni con società di Eccellenza, Promozione e I Categoria prima di incontrare le società dei campionati provinciali. Questi incontri, a chi lo richiede, servono per la crescita del movimento.”

Come giudica le novità della stagione appena iniziata riguardo la possibilità delle 5 sostituzioni e la facoltativa dei numeri standardizzati sulle magliette ?

Possono essere delle novità simpatiche. Quella riguardante i numeri fissi sulle magliette è stata una richiesta delle società del Sud, a cui la federazione dilettantistica è andata incontro.

Le 5 sostituzioni consentite nei dilettanti possono essere da preludio ad un’analoga applicazione fra i professionisti ? Non lo so, potrebbe anche essere.”

Come sono i suoi rapporti con il presidente nazionale dei dilettanti Cosimo Sibilia ? “Buoni, Cosimo ha capito bene le problematiche del mondo dei dilettanti.”

Quali le sue ambizioni ?

“Al momento mi interessa organizzare bene questa stagione agonistica, poi si vedrà.”

Alcuni studiosi sostengono che nel calcio vi sono delle figure sacrali come l’arbitro, l’allenatore, l’idolo calciatore; in questa schiera rientra anche il dirigente ?

“Io questo non l’ho mai letto ma dico che il dirigente è importante per ottenere risultati positivi sia a livello professionistico, vedi la lungimiranza della Juventus e lo dico da non juventino.  Io ritengo che il dirigente è come il cervello nel corpo umano.”

Lei è di Ferrara, da quando è presidente del comitato regionale, la Spal è salita dalla serie D alla serie A; ha portato fortuna alla squadra della sua città ?

“No; io non c’entro anche se sono molto amico del presidente ferrarese Walter Mattioli.”

a cura di Maurizio Esposito 

Nessun commetno

Lascia una risposta: