Dal 30 Settembre – Ecco l’Ottobre verdiano dell’Orchestra dell’Opera Italiana

Dal 30 Settembre – Ecco l’Ottobre verdiano dell’Orchestra dell’Opera Italiana

1620
0
CONDIVIDI

Un ottobre completamente verdiano per l’Orchestra dell’Opera Italiana (OOI). Numerosi gli appuntamenti della compagine parmigiana che, il prossimo mese, porterà in teatro, ma anche in luoghi inconsueti, pagine note e meno note del Maestro di Busseto.

Sabato 30 settembre alle 18, nel Chiostro dell’ex Convento di San Cristoforo (sede della Pizzarotti s.p.a.), saranno i Solisti dell’Opera Italiana (Filippo Mazzoli, flauto; Stefano Franceschini, clarinetto; Gabriele Bellu, violino; Massimo Tannoia, violoncello; Andrea Dindo, pianoforte) ad aprire questo fitto calendario con un concerto ad ingresso gratuito che si inserisce nella seconda edizione di Verdi Off: all’interno del meraviglioso chiostro cittadino risuoneranno le note di una selezione dei più celebri brani del Cigno di Busseto. Lo stesso quintetto sarà poi protagonista della tappa albanese di Con Verdi nel Mondo, progetto internazionale ideato da Sinapsi Group, che il 21 novembre porterà la musica del Maestro a Tirana.

Al Teatro Regio, invece, l’OOI diretta da Marco Ambrosini si misurerà con le composizioni del giovane Verdi nel corso di un appuntamento capace di stupire anche i grandi conoscitori del Maestro. Il concerto del 14 ottobre, dedicato agli assoli, inaugura infatti il progetto triennale Verdi in crescendo, proposta con cui il Festival Verdi offre all’attenzione del pubblico la rara occasione di ascolto delle prime composizioni verdiane. Lo spettacolo sarà poi replicato al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto il 21 ottobre.

A Parma, sempre sul palco del Regio, l’Orchestra dell’Opera Italiana sarà infine impegnata nella V edizione del gala lirico benefico Fuoco di Gioia, ideato e organizzato dal Gruppo Appassionati Verdiani-Club dei 27.

Ma il mese verdiano dell’OOI è anche Opera: la compagine parmigiana aprirà con il Simon Boccanegra la stagione lirica al Teatro Municipale di Piacenza il 13 e il 15 ottobre. L’attività proseguirà poi con Il Trovatore al Teatro Valli di Reggio Emilia (27 e 29 ottobre), con repliche il 3 e 5 novembre al Teatro Luciano Pavarotti di Modena e il 10 e 12 novembre al Teatro Giuseppe Verdi di Pisa.

Nessun commetno

Lascia una risposta: