Coop La Giovane, inaugurato il mega magazzino di Gainago di Torrile

Coop La Giovane, inaugurato il mega magazzino di Gainago di Torrile

8457
0
CONDIVIDI

Per la cooperativa La Giovane, leader nel campo della logistica, un altro successo importante. Sono stati inaugurati oggi a Gainago di Torrile, lungo la provinciale per Mezzani, i nuovi magazzini destinati allo stoccaggio delle merci. A tagliare il nastro inaugurale è stato il presidente Ginetto Donati, con accanto il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il sindaco di Torrile, Alessandro Fadda.

Tanti gli ospiti illustri presenti alla cerimonia, in rappresentanza non solo della politica ma anche e soprattutto del mondo produttivo parmense. Sono intervenuti tra gli altri il presidente dell’Unione Parmense degli Industriali, Alberto Figna, il presidente di Legacoop Emilia Ovest, Andrea Volta, il presidente regionale Legacoop, Giovanni Monti, e il presidente dell’azienda Bormioli Luigi Spa, Alberto Bormioli, azienda di cui La Giovane gestisce la logistica di tutto il reparto casalingo. Particolarmente soddisfatti il vicepresidente della cooperativa, Danilo Adorni, e i dipendenti che hanno preso parte all’inaugurazione. Per impegni istituzionali non è invece arrivato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

La nuova struttura della coop La Giovane è dotata di scaffalature fisse con 38.000 posti pallet, di una scaffalatura compattabile da 10.000 posti pallet e di un magazzino a piani dedicato all’e-commerce per 5.000 metri quadrati. Presente anche una linea di imballo pick to light con pesatura e rilevazione volumetrica dei colli e reparto per confezionamento e riscelta.

La Giovane, nata nel 1973, prima di attivare i magazzini di Gainago che consentiranno sicuramente un ulteriore sviluppo, ha raggiunto un fatturato di 38 milioni e 280 mila euro, con 765 soci e uno spazio coperto per la logistica di oltre 70 mila metri quadrati.

Il  2016 in particolare è stato un anno particolarmente importante: il fatturato è cresciuto del +12% rispetto al 2015 e l’occupazione, tra il 2008 e il 2016, è quasi raddoppiata con 1.000 figure professionali in organico, di cui oltre il 40% sono donne.

Nei nuovi magazzini di Gainago si guarda adesso soprattutto al futuro. La Giovane punta a sbarcare sul mercato degli USA e a consolidare l’e-commerce, settore chiave per il futuro della cooperativa, che oggi conta già 50 persone occupate, 4.500 ordini al giorno, 2 milioni di euro di fatturato.

«Per la Giovane questo traguardo è molto importante e significativo. – dice Ginetto Donati, presidente e responsabile de La Giovane dal 1996 – Oggi guardando al passato possiamo ritenerci molto soddisfatti del percorso realizzato e dei risultati conseguiti che sono frutto del solido lavoro e della forza dei valori della cooperazione da sempre alla base della nostra azienda. I nuovi magazzini di 35.000 mq confermano lo sviluppo e la forza dell’azienda che guarda agli obiettivi futuri, come al nuovo mercato degli U.S.A., con orgoglio e maggiore consapevolezza. Voglio ringraziare tutti quanti, dal vicepresidente Danilo Adorni a tutti i nostri impiegati e soci per aver contribuito alla crescita de La Giovane diventata nel tempo non solo eccellenza del nostro territorio ma anche importante realtà nazionale».

«Penso che oggi sia una giornata importante: l’Emilia Romagna sta andando nella direzione corretta, come pensavo e dissi due anni fa – ha sottolineato Stefano Bonaccini, presidente di Regione Emila Romagna -. Sono due anni che la regione è la regione che cresce di più in Italia superando la Lombardia. L’Emilia Romagna è diventata la locomotiva del paese. Abbiamo raggiunto il Trentino per quanto riguarda i dati di occupazione, siamo anche i primi per l’occupazione femminile ed il tasso di disoccupazione è sceso di oltre il 2% nel giro di due anni. Si è riusciti come regione a diventare una delle aree più ricche d’Europa, non solo in termini economici ma anche di qualità della vita. Abbiamo bisogno di aggregazione come dimostra La Giovane che oggi inaugura qualcosa di davvero importante perché ha saputo internazionalizzarsi ed innovarsi, ha saputo interpretare il bisogno di cambiamento come dimostra il settore dell’e-commerce. Se l’Emilia Romagna vuole competere con altre zone d’Europa – ha concluso Bonaccini – deve continuare a credere in aziende come questa, bisogna sapere cambiare e stare al passo con i tempi. Non può esserci impresa che non punti sulla ricerca, l’innovazione e i saperi».

Molto soddisfatto anche Alessandro Fadda, sindaco del Comune di Torrile: «A Torrile l’Amministrazione e gli uffici lavorano per le aziende perché la mentalità che abbiamo portato è quella di essere tutti dalla stessa parte, la parte di chi vuole far rinascere e crescere il mercato. In tre anni sono ripartite diverse realtà produttive sul nostro territorio ed altre si stanno ampliano. Lavorare con noi significa avere una tempistica certa che riesce ad aiutare le imprese a programmare i propri investimenti».

All’inaugurazione di una nuova realtà così importante sul territorio provinciale come i nuovi magazzini della coperativa La Giovane, non è voluto mancare il presidente degli Industriali, Alberto Figna, secondo cui «La Giovane si è fatta interprete di una nuova visione della logistica, sempre più orientata alla specializzazione, all’innovazione e all’e-commerce. Ciò è avvenuto grazie alla sua capacità di capire le evoluzioni del contesto industriale e di dare risposta alle nuove esigenze di servizio, una capacità che le ha consentito un vero cambio di passo e la proietta oggi verso il futuro».

Secondo Andrea Volta, presidente Legacoop Emilia Ovest: «Questo traguardo perseguito con ammirevole lungimiranza da La Giovane inorgoglisce tutto il movimento cooperativo del nostro territorio. Nel mezzo di questa lunga congiuntura difficile, esempi di innovazione e crescita come quello di cui è protagonista la nostra storica cooperativa ci fa guardare avanti con più ottimismo e ci sprona ad essere sempre uniti nello spirito che ci contraddistingue. L’impegno, la vision, lo spirito cooperativo sono punti di forza che fanno di La Giovane una grande realtà».

Parole importanti, infine, anche quelle spesa da Giovanni Monti, presidente di Legacoop Emilia-Romagna: «In oltre 40 anni di attività la cooperativa La Giovane è cresciuta costantemente mantenendo al centro della sua missione il benessere del territorio, delle comunità dove opera e dei soci. Investendo in innovazione ha garantito sviluppo, investimenti sul territorio, sicurezza del lavoro e nel lavoro: un esempio importante per tutto il movimento cooperativo».

Nessun commetno

Lascia una risposta: