Cose da fare a Firenze che non tutti conoscono

Cose da fare a Firenze che non tutti conoscono

114
0
CONDIVIDI

Esplorare una Firenze diversa dal solito

Firenze è una città famosa al mondo per le sue bellezze architettoniche e per le tante opere di rinomati artisti, come ad esempio i capolavori di Giotto o la cupola del Brunelleschi giusto per citare due dei personaggi più illustri del Rinascimento. Tuttavia tra le cose da fare a Firenze che non tutti conoscono, ce ne sono alcune che meritano di essere segnalate poiché interessanti, uniche nel loro genere e non note a livello turistico come la Galleria degli Uffizi oppure la Basilica di Santa Croce.

Visitare luoghi insoliti

In occasione di una vacanza nella città di Firenze oltre ai siti e monumenti tra i più noti al mondo e molti apprezzati dai tanti turisti italiani e stranieri, ci sono luoghi insoliti che vale la pena visitare. Tra questi va citato il complesso denominato La Specola la cui costruzione risale al 1775 per volontà del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena. Si tratta nello specifico di uno dei musei che ancora oggi ospita una ampia collezione di reperti di storia naturale. Tra i più ammirati ci sono animali imbalsamati come ad esempio l’ippopotamo che la famiglia dei Medici allevava nel Giardino di Boboli nel lontano 1600. Inoltre la struttura presenta anche delle interessanti figure anatomiche umane completamente realizzate in cera e dall’aspetto a dir poco realistico. Questo sito è vivamente consigliabile specie per i bambini in quanto molto istruttivo ed originale.

Esplorare il corridoio Vasariano

Un’altra cosa insolita da visitare a Firenze che non tutti conoscono è esplorare il corridoio vasariano che si trova nel Museo degli Uffizi. Si tratta infatti di una passerella costruita nell’anno 1565 dal celebre Giorgio Vasari e che consentiva ai Medici di spostarsi agevolmente da Palazzo Vecchio al Pitti. Per i visitatori appena si entra si percorre un sentiero lungo circa un chilometro e in cui è possibile ammirare una serie di autoritratti di artisti dell’epoca rinascimentale compreso quello del Vasari stesso. Per visitare questo interessante quanto insolito sito fiorentino, il consiglio è di fissare un appuntamento (online) ricordando che i migliori servizi di deposito bagagli a Firenze sono offerti da Radical Storage. Inoltre vale la pena sottolineare che durante il percorso in questo suggestivo corridoio, c’è anche la possibilità di apprezzare altri ritratti in miniatura tra cui spicca quello del Bronzino, ossia un pittore che per molti decenni lavorò proprio presso la corte dei Medici.

Ammirare la vasta collezione di armature

Tra le altre cose da fare a Firenze e che non tutti conoscono, vale la pena consigliare una visita in un contesto situato sulla collina cittadina. Nello specifico si tratta del Museo Stibbert creato nel XIX ossia una struttura che prende il nome dell’omonimo fondatore, e che rappresenta un’idea innovativa di esposizione di oggetti da collezione. Il complesso infatti si snoda in due ville abbastanza grandi, ed espone svariate armature di cui qualcuna piuttosto eclettica e provenienti da siti europei, giapponesi e orientali tipici questi ultimi della cultura islamica. Molto suggestiva è tra l’altro il contesto in cui i suddetti reperti vengono esposti; infatti, a fargli da cornice ci sono numerosi dipinti di arte rinascimentale e non di minore importanza dal punto di vista artistico rispetto a quelli più noti delle famose pinacoteche fiorentine. Infine va sottolineato che particolarmente interessanti e ben rifinite sono anche delle sculture in bronzo e in marmo così come alcuni oggetti tipo vasellame e monili.

Nessun commetno

Lascia una risposta: