Cos’è l’assicurazione moto?

Cos’è l’assicurazione moto?

183
0
CONDIVIDI

Chi ama muoversi con maggiore praticità, ed evitare al contempo le problematiche legate al traffico e al parcheggio, fa delle due ruote il proprio mezzo di trasporto. Un mezzo che, tra l’altro, trasmette un senso di libertà impagabile, e che per tal motivo risulta largamente apprezzato.

Fondamentale è però provvedere alla relativa assicurazione, a fronte di eventuali problematiche che possano sorgere. Ed infatti l’assicurazione moto rimborsa i danni, sia fisici che materiali, causati a terzi in caso di incidenti, sino ad un massimale – ossia l’importo massimo che potrà essere risarcito – definito in fase di stipula della polizza. 

Superato detto massimale, spetterà all’assicurato provvedere in prima persona in merito alla differenza. Ragion per cui in linea di massima è di maggiore convenienza stipulare una polizza dai massimali più elevati, sebbene ciò possa comportare un aumento del premio assicurativo da pagare ogni anno.

All’assicurazione “base” è possibile poi aggiungere garanzie accessorie, che vanno ad integrare la copertura, rendendola più completa a fronte di qualsivoglia rischio, per la propria persona come pure per la propria moto: la polizza Infortuni del conducente, ad esempio, è a protezione dei danni subiti da chi guida il veicolo, mentre la Kasko garantisce contro urti, uscite di strada o ribaltamenti.

Come scegliere quella più conveniente?

Quello dell’assicurazione moto è un aspetto tutt’altro che agevole: trovare una soluzione che soddisfi le necessità personali non è infatti sempre a portata di mano, così come non lo è quella relativa ad una polizza che risulti effettivamente indicata per il modello che si possiede. Soprattutto se bisogna consultare direttamente diverse compagnie, rischiando di trascurare proprio quella “giusta”, quella “migliore” per i propri bisogni.

Grazie al web è però possibile confrontare assicurazioni moto economiche online proposte dalle predette diverse compagnie, e richiedere un preventivo personalizzato, indicato per le specifiche esigenze di utilizzo: è sufficiente inserire nell’apposito form i propri dati e quelli del veicolo da assicurare, nonché quelli inerenti all’individuale profilo di guida, ed in pochi minuti si sarà “in possesso” della compagnia più conveniente per sé.

Un pratico e veloce sistema di comparazione con il quale assicurare la propria due ruote e risparmiare, prevedendo eventualmente anche l’aggiunta di quelle garanzie accessorie a cui poc’anzi si è fatto riferimento.

Qualche agevolazione

Se è vero che l’assicurazione moto è obbligatoria per legge, è altrettanto vero che è possibile usufruire di determinate agevolazioni per organizzare e gestire in modo ottimale le spese relative alla moto stessa.

Ci si riferisce al Decreto Bersani (2 aprile 2007 n.40), il quale ha consentito a molti guidatori di ottenere un risparmio considerevole sulle polizze assicurative.

Esso consente infatti al proprietario di un veicolo appena acquistato di ereditare la classe di merito di un mezzo circolante già in suo possesso o in possesso di un membro del nucleo familiare convivente. In questo modo – attraverso cioè l’ereditarietà della classe di rischio – il soggetto potrà risparmiare sul costo della propria assicurazione.

E con l’RC familiare, introdotta con il Decreto Fiscale 2020, sono stati ampliati i “limiti” del Decreto Bersani, prevedendo il trasferimento della classe di merito anche tra veicoli facenti parte di tipologie differenti, come tra un’auto ed una moto appunto.

Un’altra forma di agevolazione è rappresentata dai bonus moto, ossia dagli incentivi che garantiscono, in presenza di specifiche condizioni, uno sconto sul prezzo d’acquisto. Incentivi, i predetti, che estesi dal Governo anche all’acquisto di moto, rappresentano un aiuto per incoraggiare e “supportare” l’acquisto stesso.

Nessun commetno

Lascia una risposta: