Un anno di violenza sulla moglie, poi, la denuncia della figlia 17enne:...

Un anno di violenza sulla moglie, poi, la denuncia della figlia 17enne: condannato 50enne

770
0
CONDIVIDI

Aveva tentanto di di strangolare la moglie con il filo del telefono, ma la figlia 17enne, fingendo un attacco di panico, aveva salvato la madre. 

Teatro della violenza, un alloggio a Salsomaggiore: per oltre un anno la moglie ha subito botte e violenze continue, calci pugni ingiurie e sberle, anche davanti ai tre figli, esasperati. Futili i motivi delle liti, dalla benzina nell’auto ai capi nell’armadio: proprio il guardaroba fu scagliato in un’occasione addosso alla donna.

Lui, 50 anni, campano, lei conterranea 4 anni più giovane, inerme davanti a tanta violenza, cui si è ribellata la figlia: fotografando lividi abrasioni e segni di violenza sulla madre, fino alla denuncia e l’allontanamento, da parte del Tribunale per i minori di Bologna, dell’uomo da casa. 

I fatti tra il 2012 e il 2013, fino al giorno in cui la figlia, per distrarre il padre, finse un attacco di panico gettandosi a terra. Lui cercò di strozzare la moglie col cavo del telefono con cui le chiamava soccorsi, ma ormai la macchina della denuncia era partita.

Venerdì la condanna: due anni in carcere sospensione della pena concessa se l’uomo verserà 5 mila euro di risarcimento entro un mese. Successivamente verranno quantificati i danni in sede civile.

Nessun commetno

Lascia una risposta: