Il M5S di Parma non ha i numeri… al via la conta

Il M5S di Parma non ha i numeri… al via la conta

492
0
CONDIVIDI

Che nel Movimento 5 Stelle qualcosa non girasse proprio per il verso giusto lo si era già visto, ma che nessuno sappia con esattezza quanti siano gli iscritti è davvero troppo. Un evidente controsenso, oltre che l’ennesima prova di una forza fortemente verticistica in cui non sembrano esserci spazi di manovra. Qualcuno direbbe di democrazia.

La conferma arriva dal battagliero MeetUp Parma Ducato 5 Stelle, che dopo la clamorosa Caporetto alle Amministrative dell’11 giugno del M5S ufficiale, vorrebbe provare a ricostruire – se mai ve ne fosse lo spazio politico – il nuovo Movimento. Magari non quello integralista di Daniele Ghirarduzzi e dello Staff pentastellato che lo ha incoronato candidato sindaco, ma uno che possa pure strizzare l’occhio al fuoriuscito primo cittadino Federico Pizzarotti, che sul campo ha dimostrato chi ha i numeri.

Il MeetUp Parma Ducato 5 Stelle ha deciso di chiedere allo Staff, a norma dell’articolo 2 del Regolamento del M5S, la convocazione, per settembre, dell’assemblea degli iscritti di Parma e Provincia. Una richiesta che però deve recare le firme di un quinto degli iscritti del territorio. Un parametro difficile da rispettare – secondo il MeetUp Parma Ducato 5 Stelle – perché il numero è segretissimo, nessuno sa quanti siano i parmigiani con in tasca la tessera dei grillini.

abbiamo da subito avviato una discussione pubblica aperta agli iscritti, agli attivisti e a tutti i cittadini. Altri, in questi giorni, hanno preferito ripercorrere la via delle riunioni “riservate” a pochi intimi, riproponendo una prassi che è quanto più di distante vi sia dai principi e dai metodi del MoVimento, ed è esattamente la stessa strada seguita nella presentazione della lista che ne ha portato alla cancellazione dal panorama politico parmense.

Come fare? “Chiediamo a tutti gli iscritti residenti nella provincia di Parma che concordano con la proposta di convocazione della assemblea – si legge in una nota del MeetUp – di far pervenire all’indirizzo mail parmaducato5stelle@libero.it la propria adesione unitamente allo screenshot della pagina del blog riportante gli estremi della iscrizione, ottenibile consultando il proprio profilo sul sito movimento5stelle.it”.

Se non è follia politica, un sistema di questo tipo, poco ci manca. Sembra quasi creato ad arte per ostacolare le assemblee locali, confermando quindi quell’odor di verticismo.

Ma perché il Parma Ducato 5 Stelle vuole ad ogni costo convocare l’assemblea? “Per evitare ulteriori e più gravi insuccessi anche in vista delle elezioni politiche nazionali”, si legge nella nota. Due i punti all’ordine del giorno suggeriti per questa assemblea: “le strategie da adottare in vista della campagna elettorale; le conseguenti scelte organizzative del MoVimento nel territorio della Provincia di Parma”.

Più che legittima la questione. Ma prima di parlare bisogna contarsi. O forse… contare.

Nessun commetno

Lascia una risposta: