Cerca di dare fuoco alla moglie, tentato omicidio a Felino. Ustioni gravi...

Cerca di dare fuoco alla moglie, tentato omicidio a Felino. Ustioni gravi per la figlia

2794
0
CONDIVIDI

Una domenica come tante altre ieri che  ha rischiato di trasformarsi in tragedia a Felino, nella frazione Poggio Sant’ Ilario Baganza. All’alba, in seguito a un violento litigio, un cittadino ivoriano di 54 anni ha tentato di uccidere la moglie, una 30enne, anche lei originaria della Costa d’Avorio, cospargendo di liquido infiammabile la camera da letto in cui la donna dormiva insieme alla figlia minore ed alla sorella. Il tutto in un appartamento posto al primo piano, sopra il bar del paese.

Le fiamme si sono sviluppate immediatamente, tanto da provocare gravi ustioni alla figlia dell’uomo 16enne ed allo stesso aggressore. La vittima designata, ovvero la moglie dell’uomo, svegliata dal crepitio e dai rumori, è invece riuscita a scappare. Ma a seguito di una caduta nel disperato tentativo di mettersi in salto, la donna ha riportato una frattura agli arti inferiori oltre a delle ustioni.

L’ivoriano, un operaio incensurato, nonostante le bruciature riportate, ha cercato di darsi alla fuga ma è stato rintracciato ed arrestato dai Carabinieri della Stazione di Sala Baganza. Adesso è piantonato all’ospedale Maggiore dove è stato ricoverato. Gli approfondimenti investigativi sono in corso da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Parma, coordinati dalla Procura della Repubblica.

Sul posto, oltre ai Carabinieri, sono arrivate le ambulanze del 118 e anche i vigili del fuoco. Una notizia che ha colpito molto l’opinione pubblica della zona. Nessuna segnalazione su quella famiglia ivoriana era mai giunta ai servizi sociali e neppure alle forze dell’ordine.  Stando alle prime ipotesi, pare che l’episodio violento sia nato in seguito alla volontà della donna di lasciare l’uomo, tra le cause della loro rottura sembra ci fossero anche problemi economici rilevanti.

Al momento sia l’operaio ivoriano, sia sua figlia (non è  figlia della relazione con l’attuale moglie ma di una precedente storia), sono in prognosi riservata, lui versa in condizioni più critiche della ragazza: entrambi non sono però,  in pericolo di vita.

Nessun commetno

Lascia una risposta: