Quali sono i passaggi da portare a termine per acquistare una casa

Quali sono i passaggi da portare a termine per acquistare una casa

194
0
CONDIVIDI

Acquistare una casa, praticamente il sogno di una vita per tutti gli italiani che ripongono in questa operazione tutti i propri sacrifici pur di diventare proprietari i un immobile.

Un’operazione molto delicata che richiede particolari accortezze oltre che una serie di passaggi da portare a termine in modo corretto: non certamente un qualcosa da prendere sottogamba. 

Gli step da seguire sono noti, fermo restando che si deve partire dalla scelta della casa da acquistare, dopo averne visionate diverse e dopo aver valutato con attenzione ogni aspetto connesso. Una volta individuata la casa da acquistare si procede con i seguenti step:

1. Proposta di acquisto: attraverso tale proposta il compratore da a formalizzare la volontà di acquistare una casa. Tale operazione deve essere preceduta necessariamente da una verifica della somma che è possibile richiedere tramite mutuo. Ovviamente nel caso in cui si decida di ricorrere a tale metodo di finanziamento, se non si possiede la cifra intera da girare al proprietario.
2. Preliminare di vendita: si passa poi al cosiddetto preliminare, l’atto con il quale l’acquirente si impegna ad acquistare e si vanno a stabilire, insieme con il venditore, quali saranno le tempistiche e le modalità per portare a termine la compravendita. In questa fase le due parti si impegnano poi a sottoscrivere, in una fase successiva, il contratto definitivo di compravendita.
3. Rogito notarile: l’ultima fase della compravendita è rappresentata dal rogito notarile, l’atto vero e proprio con il quale si va a sancire in modo definitivo la compravendita dell’immobile. Il rogito viene eseguito in una fase successiva al controllo del notaio stesso, il quale deve verificare che tutta la documentazione presentata dalle due controparti sia corretta.

Le tasse per acquisto di immobile

C’è poi la parte relativa alla tassazione che riguarda i vari passaggi della compravendita, dai primi agli ultimi. Ad esempio, come riportato sul sito del notaio Tassitani di Padova, anche la registrazione del preliminare di compravendita, una volta trascritto, implica il pagamento di un’imposta di bollo e di una di registro, per un totale di 155 euro + 200 euro.
Se poi il preliminare prevedesse anche il versamento di una caparra confirmatoria, si dovrà provvedere al versamento di un’ulteriore imposta di registro che sarà a salire a seconda delle somme previste. Per portare a termine poi la compravendita sarà quindi necessario versare, facendo un elenco completo delle tasse: imposta di registro, iva, imposta catastale, imposta ipotecaria, imposta di bollo, tassa ipotecaria.

Nessun commetno

Lascia una risposta: