I passatempi più diffusi in Emilia

I passatempi più diffusi in Emilia

99
0
CONDIVIDI

Ogni regione italiana ha i propri hobby e passatempi maggiormente diffusi, che variano dalla cucina all’orto passando per giochi in scatola e online, senza dimenticare le mai tramontate carte da gioco e la lettura. Tutti hanno ritrovato nuovo impulso durante il periodo del lockdown dovuto al Covid-19, riscoprendo attività che sembravano essere state superate.

In alcune aree del paese, tuttavia, alcune usanze risultano essere più radicate di altre per ragioni storiche, soprattutto in riferimento ai giochi. L’Emilia-Romagna, ad esempio, vanta una secolare tradizione legata al gioco delle carte e ancora oggi risulta essere tra le attività preferite da persone di tutte le età, con i mazzi usati che cambiano a seconda del luogo.

Con le carte si possono intraprendere una pluralità di giochi, tra i più antichi e conosciuti della zona rientra il Marafone Beccacino, che prevede la presenza di quattro giocatori (in alcune zone, come a Ferrara, esistono varianti con cinque giocatori, nel ravennate invece da 2 a 4). L’obiettivo comune a tutti, a prescindere dal numero di partecipanti, è fare più punti dell’avversario: la regola vuole che la vittoria arrivi superando i 41 punti, ma la cifra può cambiare a seconda delle varianti.

Ugualmente tradizionale è il gioco della Petrangola, che può coinvolgere da un minimo di 4 ad un massimo di 24 giocatori: anche in questo caso ne esistono almeno due versioni, una prevede l’uso delle carte piacentine, l’altra del mazzo marchigiano. L’obiettivo dei partecipanti è eliminare gli altri partecipanti effettuando un punteggio maggiore rispetto agli altri giocatori. Sempre restando a tema carte da gioco, non mancano i tradizionali Sette e mezzo, Scopa e Tressette, che non costituiscono però una peculiarità dell’Emilia poiché si tratta di passatempi conosciuti e diffusi in tutta la penisola, giocati con tutti i mazzi regionali a disposizione.

Rivolto a un pubblico più giovane, ma non esclusivamente, è il mondo dei giochi online. Un universo che racchiude una pluralità di sottocategorie: è possibile trovare il formato digitale dei tradizionali giochi da tavolo ed altri videogame presenti solo nella versione online. Per orientarsi in questa enormità di titoli a disposizione esistono varie guide disponibili online, ad esempio quelle fornite da Il Giocatore Online, che raccontano e recensiscono il panorama del gioco online..

I giochi da tavolo rappresentano infine un’attività che unisce famiglie e amici per svariate ore senza mai annoiarsi, in caso di festività natalizie, ad esempio, si riscoprono i più tradizionali ma ne esistono tantissimi, con alcuni titoli che sono ormai diffusi a livello globale da decenni. Monopoly ne è un esempio, presente sia nella sua veste classica che nelle mille altre versioni (esiste, ad esempio, a tema Friends, la popolare serie tv, ma anche Frozen, Breaking Bad e così via: il regolamento resta sempre lo stesso, a variare sono le pedine in gioco). Altrettanto famoso è Taboo: il gioco si basa sull’impossibilità di dire ad alta voce una parola, facendola però intuire ai propri compagni di squadra. Ci sono poi i board game più recenti, che oltre a divertire aiutano anche l’apprendimento di giovani e ragazzi, come 300: Terra e acqua.

 

 

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: