Una serra di marijuana in casa a Porporano: tre arresti

Una serra di marijuana in casa a Porporano: tre arresti

332
0
CONDIVIDI

Cercavano marijuana, e ne hanno trovato una coltivazione.

Gli agenti della squadra mobile, intervenuti a Porporano, hanno trovato 24 piante “mature” e 84 piantine, oltre a una vera propria serra e i concimi, a piantine già essicate e 5 kg di roba pronta alla vendita.

Inoltre, per alimentare le luci necessarie a crescita e coltivazione, era stato bypassato il contatore privato con allaccio fraudolento a quello pubblico.

In manette sono finiti in 3, il padrone di casa, parmigiano, M.G., 36 anni, Okshtuni Eris classe 93’ e Hajdari Xhesio Classe ’00, entrambi di origini albanesi.

Gli agenti della sezione Antidroga impegnati nell’attività riscontravano la presenza di un’attività di coltivazione intensiva allestita proprio all’interno dell’abitazione: nelle stanze, sono stati rintracciati dei contenitori di fertilizzante, sacchetti di concime e terriccio, vasi ed attrezzatura da “giardiniere” ed, inoltre, i vari vani erano attraversati da imponenti tubature per l’areazione e cavi elettrici che conducevano verso tre stanze in particolare, di cui una nel seminterrato e due al primo piano.

Ottenuto l’accesso all’interno di queste stanze, si chiariva immediatamente l’oggetto di tale coltivazione: nelle tre stanze, infatti, erano stati allestiti degli impianti professionali per la coltivazione indoor e la produzione di marijuana.

Tutte e tre le stanze erano dotate di lampade elettriche UV per la fornitura della corretta gradazione luminosa ed adeguato riscaldamento, erano rivestite da isolamento termico costituito da pannelli in PLT ed alluminio ed erano allestite con un sistema di ventilazione ed aereazione per garantire il necessario ricambio d’aria all’interno e per far confluire “gli odori” delle piante lontani da nasi indiscreti.

Ciascuna stanza era stata dedicata ad una specifica  fase di lavorazione: nella stanza posta al seminterrato vi erano le 24 piante in avanzato stato di vegetazione che evidenziavano già la presenza di numerose infiorescenze; in una delle stanze al primo piano erano presenti dei “semenzai” contenenti 84 piccole piantine in fasedi germinazione e, infine, nella terza stanza, erano presenti i rami di piante già estirpate pieni di infiorescenze di marijuana in essiccazione.

All’esito della perquisizione, oltre alle 24 piante in vegetazione ed alle 84 piantine in germoglio, venivano sequestrati circa 5 kg di marijuana prodotto di tale coltivazione e già pronta per il consumo.

Tutto il sistema di ventilazione, nonché il sofisticato sistema di illuminazione delle piante, necessitava di un imponente quantitativo di energia elettrica certamente superiore alla portata di una normale utenza domesticache i tre correi, si sono procurati, effettuando un allaccio abusivo all’impianto di energia elettrica pubblico,bypassando il contatore dell’abitazione.

All’esito della perquisizione, G.M., parmigiano classe 84’ (proprietario dell’abitazione), Okshtuni Eris classe 93’ e Hajdari Xhesio Classe ’00, entrambi di origini albanesi, sono stati arrestati e condotti in carcere.

Nessun commetno

Lascia una risposta: