La tricopigmentazione, il rimedio contro la caduta dei capelli

La tricopigmentazione, il rimedio contro la caduta dei capelli

993
0
CONDIVIDI

Una nuova speranza per gli uomini, intesi come maschi, che da sempre vanno alla ricerca di rimedi contro quell’annoso problema che corrisponde alla perdita dei capelli. Una soluzione che arriva dal mondo della pigmentazione, che da qualche anno a questa parte viene applicata al settore dell’estetica.

Più nello specifico si parla di
dermopigmentazione, impiegata con successo dall’universo femminile per dar vita a quello che prende il nome di trucco permanente. Un make up duraturo che viene disegnato direttamente sotto la cute, inserendo pigmenti di colore naturale ed ipoallergenico.

Se per le donne questo si rivela essere una svolta per truccare occhi, labbra e sopracciglia, per gli uomini la soluzione sta trovando concreta applicazione proprio come rimedio contro la perdita dei capelli. Calvizie ed alopecia vengono oggi contrastate con la
tricopigmentazione: come si intuisce già dal nome si parla di pigmentazione del cuoio capelluto.

Come avviene il trattamento

In sostanza la tricopigmentazione è un trattamento estetico che prevede l’inserimento di pigmenti di colore negli strati più superficiali del derma del cuoio capelluto: si interviene dove i capelli risultino essere mancanti, meno folti, ed è importante che sia ancora presente sulla testa una quantità minima di capelli naturali.

La
tricopigmentazione riesce ad avere risultati ottimali nel caso di capelli rasati, andando quindi a disegnare piccoli puntini di colore (importante che la tonalità sia la medesima dei capelli naturali ancora presenti) che vanno a ricostruire una capigliatura corta, rasata. Diventa più problematico intervenire nei casi di capelli più lunghi o di mancanza totale di capigliatura sul cuoio capelluto.

Il problema calvizie

Quella della calvizie è una problematica molto avvertita dall’universo maschile ed in alcuni casi anche in quello femminile. Non ci sono soggetti più a rischio, nel senso che può palesarsi in età avanzata ma anche nei giovani.

Tra i fattori di rischio vi sono lo stresso, l’ereditarietà,
circostanze ambientali anche se in questo caso si tende a parlare più che altro di calvizie stagionale. Di base ad oggi non esistono certezze sull’origine della calvizie, motivo per il quale non è stata trovata ancora una soluzione efficace per contrastarla.

Anche la
tricopigmentazione è una soluzione successiva, nel senso che si va a simulare la presenza di capelli sul cuoio capelluto disegnandoli. Un camouflage che non è quindi una soluzione contro la caduta dei capelli, ma un intervento che viene attuato ex post quando ormai il problema si è già palesato ed è diventato irreversibile.

 

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: