Università: laurea honoris causa allo scienziato William Allen Eaton

Università: laurea honoris causa allo scienziato William Allen Eaton

412
0
CONDIVIDI

L’Università di Parma ha conferito oggi, in una gremita cerimonia in Aula Magna, la laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche a William Allen Eaton, che svolge la sua attività scientifica al National Institute of Health, Bethesda, USA, il maggiore centro mondiale di ricerca sulla salute, dal 1970, e che dal 1986 è Direttore del Laboratorio di Chimica Fisica dell’Istituto Nazionale per il Diabete e per le Malattie Digestive e Renali (Mariland, USA).

Il Rettore Paolo Andrei ha spiegato che «quello di oggi non è un evento semplicemente celebrativo, ma intende essere, ed è, un momento di festa per l’Università di Parma e per la Città tutta: per tutta la nostra Comunità, orgogliosa e onorata di poter procedere a questo conferimento e di poter accogliere in sé uno scienziato di tale levatura. Questa Laurea ad Honorem celebra un ricercatore che ha lavorato per tutta la vita sulla conoscenza dei sistemi biologici mediante rigorosi e innovativi approcci biofisici e biochimici. I risultati degli studi di William Allen Eaton hanno aperto nuove strade nel campo scientifico, hanno portato alla realizzazione di avanzate strumentazioni, hanno permesso di sviluppare promettenti strategie terapeutiche per curare l’anemia falciforme. Tutto ciò testimonia l’eccellenza scientifica del Dott. Eaton, che rappresenta per l’Università di Parma nelle sue varie componenti, dagli studenti ai docenti, un esempio da seguire».

La motivazione del conferimento è stata letta da Gabriele Costantino, Direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco: «L’attività scientifica del dottor Eaton ha contribuito in modo significativo alla comprensione dei meccanismi molecolari associati al legame dell’ossigeno all’emoglobina e della regolazione allosterica, concetto fondamentale per lo sviluppo di farmaci allosterici, alla determinazione dei processi che portano al folding delle proteine e alla formazione di fibre nelle malattie da misfolding, e alla definizione dei parametri che controllano la formazione di polimeri di emoglobina S in vitro e in vivo, portando a definire i collegamenti tra la patofisiologia dell’anemia falciforme e la cinetica di polimerizzazione. Tali studi hanno portato a sviluppare saggi che hanno permesso di identificare innovativi farmaci per curare la malattia».

Andrea Mozzarelli, professore ordinario di Biochimica, ha pronunciato la laudatio: «William Eaton possiede un talento speciale nel progettare e condurre esperimenti profondi al fine di comprendere eventi biologici complessi. Inoltre, ha la capacità di descivere processi molecolari attraverso un formalismo chimico-fisico che gli permette di costruire modelli, e dai modelli fare previsioni che, a propria volta, generano altri esperimenti in una serie quasi infinita di idee, esperimenti, sfide, e risultati che forniscono nuove e più profonde conoscenze». Lo spessore dello scienziato e dell’uomo viene descritto dal fatto che «il Dott. Eaton non è solo un eccezionale scienziato ma anche un grande maestro. Gli sono grato per avermi insegnato ad essere un ricercatore, e sono molto contento che riceva oggi la Laurea Honoris Causa in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. La scienza è per la vita e la vita di William Eaton è stata ed è per la scienza».

Il neodottore magistrale William Allen Eaton ha dichiarato: «Ringrazio l’Università di Parma per l’onore che mi ha concesso, e sono certo che le mie collaborazioni con l’Ateneo saranno di forte supporto per lo sviluppo delle mie attività di ricerca scientifica, con particolare riferimento alle possibili cure per pazienti affetti da anemia falciforme».

La sua Lectio, intitolata Le basi biofisiche della terapia farmacologica per l’anemia falciforme, spiega come le conoscenze di termodinamica e cinetica della reazione di polimerizzazione di emoglobina S in pazienti affetti da anemia falciforme forniscano le basi per un approccio quantitativo nello sviluppo di un saggio sensibile per lo screening di composti ad azione terapeutica.

Nessun commetno

Lascia una risposta: