Vertenza Froneri, nulla di fatto al Ministero dello Sviluppo economico

Vertenza Froneri, nulla di fatto al Ministero dello Sviluppo economico

1015
0
CONDIVIDI

La Froneri è irremovibile: lo stabilimento di Parma con i suoi 120 lavoratori, ai quali si aggiungono gli stagionali, deve chiudere. La decisione, annunciata con la procedura avviata lo scorso 29 settembre, è stata ribadita oggi a Roma al tavolo convocato dal Ministero dello Sviluppo economico. Nessun passo avanti e neppure di lato da parte del gruppo industriale partecipato al 50% dalla Nestlè.

Altrettanto ferma la posizione del viceministro Teresa Bellanova che ha presieduto il tavolo insieme al dirigente ministeriale Gianpiero Castano, e delle rappresentanze sindacali: con i licenziamenti sul tavolo e lo stabilimento di Parma chiuso, nessuna trattativa è possibile. Il Ministero ha quindi deciso, vista la situazione di stallo, di aggiornare l’incontro al prossimo lunedì 6 novembre, e la viceministro Bellanova ha chiesto all’azienda di presentarsi, in quella data, con una diversa proposta. Tra l’altro le istituzioni hanno dato tutte la loro disponibilità a sostenere il gruppo Froneri in un piano di sviluppo dell’area produttiva di Parma.

Presenti al tavolo i vertici della Froneri Italy Srl, i sindacati di categoria nazionali e territoriali, l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, e il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Due pullman carichi di lavoratori Froneri solno inoltre arrivati a Roma per un presidio davanti al Ministero.

Nessun commetno

Lascia una risposta: