Chiusura Ponte sul Po a Colorno, Foti (Fdi-An) e Rainieri (Ln) in...

Chiusura Ponte sul Po a Colorno, Foti (Fdi-An) e Rainieri (Ln) in Regione: “Interventi straordinari subito”

479
0
CONDIVIDI

La chiusura del ponte sul Po tra Colorno e Casalmaggiore per gravi lesioni strutturali è già un caso politico. Pesanti sono infatti le conseguenze per un territorio strettamente interconnesso dal punto di vista lavorativo e non solo, mentre non si conoscono neppure i tempi per il ripristino della viabilità.

Un’interrogazione in Regione è stata presentata da Tommaso Foti (Fdi-An), che in un precedente atto ispettivo aveva già richiamato l’attenzione della Giunta sulla precaria situazione strutturale dei ponti sul Po tra Emilia e Lombardia

La chiusura del ponte in questione – ironizza il capogruppo di Fdi-An – è la conferma “della secessione in atto della Lombardia dall’Emilia”. Foti chiede all’esecutivo regionale “di battere un colpo anziché assistere passivamente a quanto accade. Cosa che appare del tutto sconcertante”.

Sulla questione è intervenuto con una interrogazione anche il consigliere regionale Fabio Rainieri della Lega Nord, chiedendo alla Giunta di Stefano Bonaccini di attivare “un piano straordinario di interventi per i ponti di attraversamento del fiume Po tra l’Emilia occidentale e la Lombardia, con relativo stanziamento di risorse straordinarie da richiedere con urgenza al Governo, e preveda misure alternative per recare il minor pregiudizio possibile al traffico stradale della zona”.

Secondo Rainieri, la chiusura “comporta per un tempo indefinito gravi ripercussioni su tutto il traffico viario dell’Emilia occidentale, già peraltro compromesso a causa delle difficoltà di percorrenza su quasi tutti gli altri viadotti di attraversamento del fiume nell’area (come il ponte sull’A21 Fiorezuola-Brescia, il ponte in ferro che collega Castelvetro Piacentino a Cremona, il ponte Giuseppe Verdi tra Roccabianca e San Daniele Po e il ponte che collega Boretto a Viadana)”. L’interruzione di questo collegamento, prosegue, “può quindi comportare danni a tutta l’economia nazionale”.

Al contrario, conclude Rainieri, “il completamento della bretella autostradale Tirreno Brennero, con relativo attraversamento del fiume Po, consentirebbe di avere una funzionale alternativa stradale in grado di alleviare i carichi di traffico nell’area”. Il consigliere chiede quindi alla Giunta di “far accelerare l’iter per il completamento dell’opera”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: