Bottiglie e coltelli – Rissa in stazione tra 20 stranieri, due nigeriani...

Bottiglie e coltelli – Rissa in stazione tra 20 stranieri, due nigeriani arrestati

895
0
CONDIVIDI

Tutto è partito da diverse segnalazioni  telefoniche al 113. Intorno alle ore 09.40 di ieri,  13 agosto, le forze dell’ordine sono venute a conoscenza  di  una rissa tra extracomunitari armati di coltello.

Una volante della Polizia di Stato, insieme ad una pattuglia dei locali Carabinieri inviata a supporto, si sono recate in zona Stazione, dove stava avvenendo il tutto.

All’arrivo degli operatori erano presenti circa 15 stranieri che alla vista della volante si sono dileguati facendo perdere le proprie tracce. L’intervento degli agenti ha consentito di fermare 4 soggetti tra cui due ancora intenti a litigare tra loro.

Il luogo della rissa si presentava come un campo di battaglia con raccoglitori dei rifiuti abbandonati sui marciapiedi ed il loro contenuto rovesciato sul manto stradale. Gli stranieri fermati sono stati identificati per M. E. nigeriano classe ’85, residente a Parma, pluripregiudicato agli arresti domiciliari,  e E. G. nigeriano classe ’94, residente a parma, pregiudicato con a carico un provvedimento di espulsione  e già denunciato a piede libero il 12 agosto  per lesioni personali ai danni del suo connazionale M. E.. 

Entrambi  i nigeriani sono stati trovati privi di documenti al momento del controllo.

Gli altri due, invece sono stati  identificati  e in seguito sono risultati essere estranei ai fatti.

LA DINAMICA DELLA RISSA 

Da quanto ricostruito, a seguito dell’ennesimo litigio tra i due nigeriani, è scaturita una vera e propria rissa che ha coinvolto una ventina di loro connazionali e solo l’intervento della volante ha evitato quello che sarebbe diventato ben presto un vero e proprio pestaggio.

Dalle testimonianze raccolte risulta che, durante la rissa, alcuni dei partecipanti erano possesso di coltelli o bottiglie rotte utilizzate come arma. . A conferma di ciò, nelle immediate vicinanze del teatro della rissa, è stato rinvenuto un bastone in ferro, successivamente sottoposto a sequestro.

I due sono stati poi accompagnati presso gli Uffici della Questura di Parma  per essere identificati, sottoposti a perquisizione personale e rilievi foto-dattiloscopici a seguito dei quali sono stati tratti in arresto per il reato di Rissa Aggravata.

Si trovano adesso in attesa di giudizio che si terrà nella giornata di oggi, 14 agosto con rito direttissimo.

Sono in corso le indagini per individuare altri responsabili.

Nessun commetno

Lascia una risposta: