Maghi e santoni, come evitare di cadere in truffe

Maghi e santoni, come evitare di cadere in truffe

312
0
CONDIVIDI

Un settore da sempre ritenuto borderline, al limite tra lecito e rischio, tra legale e illegale, e che paradossalmente rappresenta un mondo dorato in grado di fare affari da capogiro. Per capirlo basta leggere i numeri del nostro paese: in Italia è boom di maghi e santoni, sono circa 13 milioni gli utenti che annualmente si rivolgono a queste figure.

Una tendenza che collima perfettamente con la nostra cultura, da sempre legata anche ad aspetti scaramantici, oltre con il desiderio atavico dell’essere umano di ricercare sempre risposte anche all’interno di dimensioni che vadano al di là di quella terrena.
Secondo alcune stime fornite dal Codacons può essere indicato in 8 miliardi il quantitativo di euro che questo settore è in grado di produrre su base annua: nel calderone ci finisce un po’ di tutto, dai maghi ai santoni passando per guaritori, medium, cartomanti. Ovviamente poi è bene fare delle precisazioni e non generalizzare dato che ogni figura ha le proprie peculiarità e non tutti sono uguali. Come in ogni campo è possibile trovare chi agisce in buona fede e chi, invece, lo fa speculando sulla credulità del cliente.

Come evitare truffe di maghi e medium?

Attenzione quindi a scegliere il personaggio adatto e, soprattutto, a capire le differenze tra figure professionali differenti: come scritto sul sito di mediumathos, è bene diffidare da chi promette riti o magie strane, particolari, legate e territori lontani dal punto di vista fisico (come nel caso del voodoo). Un medium poi è una cosa diversa rispetto ad un mago.
Diffidare di chi ritiene di poter entrare in contatto con entità superiori; evitare di incontrare il mago, o qualunque altra figura si scelga di contattare, da soli: meglio farsi accompagnare da un’altra persona. Questo è un mondo che deve essere approcciato con circospezione e diffidenza, evitando di credere a slogan promozionali evidentemente costruiti artatamente.
Ecco allora che anche i forum del settore devono essere approcciati con un certo spirito critico (facoltà da non offuscare mai, la sola in grado di salvare da situazioni spiacevoli): non tutti sono reali, spesso sono scritti da utenti che scrivono cose non vere per tirare acqua al mulino del mago.

Attenzione a come il professionista si propone

Massima attenzione quindi, sempre e in ogni momento: il tutto partendo dal fatto che, per quanto ciò possa sembrare strano o antistorico, esistono ancora oggi tantissime persone superstiziose; e si parla anche di persona con un livello culturale elevato, non necessariamente ‘creduloni’. Distinguere sempre diventa fondamentale: soprattutto perché è nei momenti di crisi, recessioni, crisi economiche che queste figure sono maggiormente richieste; ed allora è necessario attivare un filtro per capire quando un consulto può essere utile e quando, invece, si rischia di incorrere in una truffa. 

Nessun commetno

Lascia una risposta: