Accordo tra Rugby Parma e Amatori: si comincia dalle giovanili

Accordo tra Rugby Parma e Amatori: si comincia dalle giovanili

320
0
CONDIVIDI

Importante accordo tra i presidenti di Rugby Parma, Bernardo Borri, e Amatori Parma Rugby, Daniele Ragone, per dare il via nella prossima stagione ad una stretta collaborazione tra le Under 16 delle due società. Forse un primo passo in vista di un possibile futuro ampliamento della partnership che potrebbe tornare utile all’intero movimento ovale parmigiano, al di là della fede e dei colori.

Nella stagione 2018/19 la Rugby Parma parteciperà al campionato under 16 con due formazioni, grazie all’apporto dell’Amatori Parma che cederà per un anno alla società gialloblù i propri giocatori di categoria con la conseguente iscrizione di una squadra ai barrage per l’accesso al campionato Elite e di una seconda che parteciperà al campionato regionale e con la possibilità quindi anche per la società bluceleste di assolvere la prevista obbligatorietà.

Partite ed allenamenti si svolgeranno sia sul campo Banchini di via Lago Verde che alla Cittadella del Rugby, in base alle esigenze tecniche e logistiche dalle due squadre, mentre il team tecnico sarà formato da Filippo Soncini – per lui un brillante passato da giocatore nelle fila di entrambi i club – Alessandro Niero, Michele Ferrari e Riaan Mey.

L’accordo tra le due società cittadine potrebbe in futuro sfociare nella creazione di una Franchigia Territoriale Giovanile Integrata che riguarderebbe le categorie under 16 e 18 di Rugby Parma e Amatori Parma Rugby, con il fondamentale coinvolgimento della franchigia federale delle Zebre Rugby Club.

Avere due squadre Under 16 ci dà l’occasione di far giocare con continuità gli oltre 40 ragazzi tesserati Rugby Parma, così da fornire una risposta concreta alle esigenze del nostro sempre più numeroso movimento e sulla base di quella che costituisce la nostra filosofia di fondo: dare spazio a tutti – ha dichiarato il presidente Bernardo BorriEventuali sviluppi futuri della collaborazione tra i nostri club dovranno avvenire sotto l’egida imprescindibile delle Zebre”.

Desidero ringraziare Luca Facini e Gianluca Guatelli che hanno lavorato in queste settimane per gettare le basi per una collaborazione tecnica tra le due società – queste le parole del presidente Daniele Ragone -. Sono molto soddisfatto anche degli incontri avuti con Bernardo Borri e Filippo Vender con i quali siamo in piena sintonia relativamente al percorso di crescita da proporre ai ragazzi e degli obiettivi da perseguire come movimento rugby. Penso che l’unione delle categorie Under 16 delle due società possa portare a grandi risultati, sia da un punto di vista sportivo che da un punto di vista sociale, questa nuova situazione consentirà ai giocatori più talentuosi di poter competere ai massimi livelli italiani nel campionato Elite con una rosa ampia, ed altresì, consentirà di partecipare ad un campionato regionale a quei ragazzi che vogliono continuare a praticare il rugby in modo meno impegnativo. Il progetto tecnico territoriale che inizia quest’anno spero che possa volgere nel breve in una nuova realtà rugbystica cittadina volta a riportare il nostro sport ai massimi livelli, sia a livello giovanile che seniores”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: