CasaPound attacca: 40 milioni per l’accoglienza, ma nulla per la sicurezza

CasaPound attacca: 40 milioni per l’accoglienza, ma nulla per la sicurezza

1330
0
CONDIVIDI
Spacciatori ovunque, discariche a cielo aperto, forze dell’ordine sotto organico e incapaci di garantire la sicurezza dei cittadini: è questo lo stato in cui versa la nostra città, mentre si continuano a stanziare decine di milioni di euro per l’accoglienza dei clandestini“. A denunciarlo, dopo i recenti fatti di via Doberdò – furti e danneggiamenti sulle auto in sosta – è CasaPound Italia di Parma, che sul tema non ha mai lesinato critiche alla gestione della sicurezza in città.
Ieri sera – spiega Luca Furlotti, responsabile cittadino del movimento – nel corso delle periodiche passeggiate per la sicurezza che ci vedono impegnati ogni settimana abbiamo incontrato anche i residenti di via Doberdò: sono esasperati dalla situazione, al pari di quelli del Pablo, del San Leonardo e di viale dei Mille, che abbiamo imparato a conoscere perché laddove non interviene lo Stato c’è solo CasaPound“.
Non esiste zona – aggiunge – che non sia ostaggio della criminalità, che spesso e volentieri vede gli immigrati a farla da padrone. Prova ne sia la ‘razzia’ di due giorni fa, che oltre al danno aggiunge la beffa: un residente ci ha raccontato che, dopo il furto nella sua auto e la chiamata al 113, nonostante l’attesa non ha mai visto alcuna pattuglia giungere sul luogo del misfatto“. Ciò dimostra, sottolinea Furlotti, “che non viene più garantito il presidio del territorio, con i parmigiani ormai lasciati a doversela cavare da soli“.
La scusa della mancanza di fondi per assicurare la presenza delle forze dell’ordine, specialmente nei quartieri più a rischio, ha però fatto il suo tempo“, continua, puntando il dito contro “il bando da 40 milioni di euro per l’accoglienza di 1500 immigrati emesso solo pochi giorni fa dalla prefettura: le risorse dunque ci sono – conclude – e non possiamo più accettare vengano destinate a sedicenti richiedenti asilo, gli stessi che poi vengono giorno dopo giorno colti sul fatto a delinquere in giro per la città“.

Nessun commetno

Lascia una risposta: