A Parma oltre 460 punti sensibili, imposta chiusura sale gioco e videopoker

A Parma oltre 460 punti sensibili, imposta chiusura sale gioco e videopoker

1194
0
CONDIVIDI

Sono oltre 460 i siti sensibili presenti sul territorio di Parma, nei pressi dei quali – in virtù delle nuove disposizioni regionali – non possono operare sale gioco, sale scommesse e neppure locali che ospitano macchine per il gioco d’azzardo. La mazza delle zone off limits è stata adottata dalla giunta comunale presieduta dal sindaco Federico Pizzarotti e il Comune provvederà adesso ad inviare le comunicazioni alle aziende interessate con i provvedimenti del caso.

In particolare il Comune comunicherà ai titolari delle sale gioco e sale scommesse ricadenti a meno di 500 metri dai luoghi sensibili l’adozione nei successivi sei mesi dei relativi provvedimenti di chiusura, mentre ai titolari degli altri esercizi commerciali che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo e che si trovino a meno di 500 metri dai luoghi sensibili, imporrà il divieto di installazione di nuovi apparecchi e il divieto di rinnovo dei contratti di utilizzo alla loro scadenza.

Non ci potranno essere più sale gioco nei pressi delle sedi dell’Università, delle scuole, delle residenze per anziani, delle chiese, degli impianti sportivi, delle case di cura. Niente slot e videopoker, dunque, da via Abbeveratoia al Campus, da via Emilio Lepido a Corcagnano. In tutto oltre 460 aree.

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: