Avvocato Russo: sicurezza a Salsomaggiore, l’idea di Fratelli d’Italia

Avvocato Russo: sicurezza a Salsomaggiore, l’idea di Fratelli d’Italia

656
0
CONDIVIDI

Il mutato contesto socio-economico, l’aggravarsi e la diffusione di un crescente livello di percezione di insicurezza tra i cittadini, da ultimo la “banda dei furti” di questi giorni, suggeriscono l’opportunità di adottare nuove e più efficaci strategie, che consenta sia al privato cittadino di sentirsi protetto, ma anche all’esercente commerciale di lavorare in sicurezza, nelle tarde ore. Al vaglio quindi di Fratelli d’Italia – An per le prossime amministrative vi sarebbe anche la proposta di prevedere uno specifico assessorato sul tema sicurezza – decoro urbano.

In attesa dell’occasione elettorale, in ogni caso, è bene focalizzare su ciò che si può fare da ora, invitando l’odierna amministrazione ad affrontare, differentemente da quanto fatto, il problema. Ad oggi, non è dato sapere se il comune di Salsomaggiore abbia sottoscritto a differenza di altri comuni nel parmense, e lo si invita a provvedere in tal caso con solerzia, con la Prefettura di Parma il “patto di sicurezza”, che consentirebbe tra le tante idee un sistema di sicurezza partecipata tra cittadini, organi di Polizia e Comune, più noto “Controllo di Vicinato”.

In altri termini, tramite questo gruppo di controllo, le istanze e le informazioni pervenute dalla rete di cittadini iscritti volontariamente, verrebbero raccolte e condivise tempestivamente, con metodologie organizzate dal Comune (messaggistica istantanea, mailing list, social network), dopodichè le eventuali segnalazioni dei cittadini iscritti verrebbero veicolate al responsabile di progetto per area o frazione (ipoteticamente uno per Cangelasio, uno per Tabiano etc..) come individuato dal Comune, e trasmesse agli organi di polizia competenti. In tal modo, in sinergia con la predisposizione di sistemi di videosorveglianza, di illuminazione più efficaci nelle zone a rischio, in particolar modo nei parchi, e con la presenza sul territorio delle forze di Polizia, si sensibilizzano i cittadini alle segnalazioni, favorendo la costituzione di “una rete” che collabora, senza sostituirsi, con gli organi preposti e nei limiti del “volontariato”, consapevoli delle risorse di organico della Polizia Municipale, vincolate ai limiti di legge per le assunzioni.

Avv. Gaetana Russo
Referente Fratelli d’Italia – An
Salsomaggiore e Tabiano

Nessun commetno

Lascia una risposta: