Dopo Novara-Parma – D’Aversa e Di Cesare: “Finalizzare di più”. Barillà: “Una...

Dopo Novara-Parma – D’Aversa e Di Cesare: “Finalizzare di più”. Barillà: “Una bella vittoria del gruppo”. Ma in Piemonte recriminano…

620
0
CONDIVIDI

Mister Roberto D’Aversa ha detto di recente che nulla è impossibile, ma che comunque in 120 anni nessuno ha mai centrato tre promozioni di fila per andare in serie A. La vittoria del Parma a Novara è però già un pezzo di storia. E andando avanti così… anche con un po’ di fortuna…

https://www.facebook.com/parmacalcio1913/videos/1729035050736672/

Il difetto del Parma, se così vogliamo dire, è che li dove possiamo chiudere le partite non concretizziamo, ma in Serie B bisogna saper portare a casa il risultato. Non era facile venire qui a Novara a fare una partita contro una squadra di categoria e che ha potuto fare entrare gente come Sansone. In una categoria come la Serie B si incontrano valori e squadre importanti. Nel secondo tempo si è smesso di giocare, perché inconsciamente si è pensato di portare a casa il risultato. Bravo l’allenatore avversario e loro, abbiamo sofferto. Lucarelli? Nel secondo tempo stava entrando, perché Gagliolo aveva i crampi, poi ha resistito e ho messo Di Gaudio per allungare la squadra. La fase difensiva? Abbiamo lavorato in maniera diversa perché loro giocano con il 3-5-2. Baraye sta facendo molto bene, ha la fiducia del tecnico dello staff e dei compagni, due anni fa giocava in D e vederlo giocare sempre così fa piacere. La differenza quest’anno è la gestione della rosa, il saper accettare il fatto di non poter giocare, pensarla così può portarci lontano”.

Antonino Barillà entra di diritto nella storia crociata. Con il suo primo gol in maglia gialloblu (anche se a Novara era biancorossa) ha regalato al Parma la prima storica vittoria su un campo finora tabù: soltanto 4 pareggi e 11 sconfitte in 15 gare.

https://www.facebook.com/parmacalcio1913/videos/1729028720737305/

E’ stata una vittoria sofferta nel segno del Parma, perchè siamo stati squadra – ha commentato Antonino Barillà -. Abbiamo lottato su ogni pallone sino alla fine. Anche il gol, che dedico a mia moglie e a mia figlia, è frutto del lavoro settimanale di tutti. Per questo non è una vittoria nel segno di Barillà, ma è una vittoria nel segno del Parma, che ha lottato fino al novantesimo portando i tre punti a casa. Nel primo tempo abbiamo giocato molto e abbiamo creato qualche palla gol. Forse dovevamo gestirla meglio. Andando sul 2-0 all’intervallo, nel secondo tempo sarebbe stato più facile gestire la partita. Nella ripresa ci siamo abbassati un pochino ed è venuto fuori il Novara, che ci ha messo un po’ in difficoltà. Questa vittoria è bella, perchè è stata conquistata lottando. Va bene così. Se tutte le partite finissero 1-0 a nostro favore con noi che lottiamo fino alla fine per non prendere gol, andrebbe benissimo. Al Parma mi trovo benissimo – ha quindi concluso il centrocampista ex Reggina e Trapani -. I miei compagni mi hanno messo subito a mio agio. C’è un gruppo bellissimo, che cresce di giorno in giorno. Mi trovo molto bene. Sono arrivato in punta di piedi, perché a me non piace parlare tanto. A me piacciono più i fatti. Sono un giocatore che corre, sta zitto, tira qualche calcio ogni tanto e se capita come oggi faccio gol”.

Se il Parma vince di misura, però, è anche merito di una difesa attenta che non prende gol. Soddisfatto della prestazione quindi anche il centrale Valerio Di Cesare.

https://www.facebook.com/parmacalcio1913/videos/1729032057403638/

Soffrire è normale in Serie B – ha commentato il difensore del Parma -. Le partite saranno tutte così: tirate sino alla fine. Siamo contenti, perchè abbiamo vinto su un campo difficile come Novara senza subire gol e creando occasioni che potevamo finalizzare. Il Novara non penso abbia creato tantissime occasioni offensive. Noi dobbiamo essere più bravi a realizzare quanto creiamo, perchè poi le partite si possono riaprire. Se la difesa non ha ancora subito gol e dà risposte confortanti, il merito è di tutta la squadra a partire dal lavoro degli attaccanti. Siamo ancora alla seconda giornata. Stiamo facendo bene, dobbiamo continuare così. Il Novara è una buonissima squadra che darà fastidio parecchie avversarie. Sono contento perchè abbiamo giocato bene su questo campo difficile, ottenendo i tre punti“.

QUI NOVARA

A Novara non l’hanno presa proprio benissimo. Non hanno gradito molto la direzione dell’arbitro Martinelli e il risultato, ma si dicono soddisfatti della prestazione. E in effetti al Novara è mancata soprattutto la fortuna.

Tre rigori? Avete la capacità di valutare voi. Ho visto un bel Novara e sono orgoglioso. Abbiamo giocato alla grande contro una big. Due legni e 4 occasioni nitide. Rammaricato solo per il risultato“, ha detto il presidente Massimo De Salvo.

Secondo Mantovani, autore di una buona prestazione, “c’è  solo da lavorare perché quando prendi due traverse e con una rovesciata da un metro e mezzo becchi il portiere… è difficile commentare“. Il giocatore ha poi sostenuto che se ci fosse stata la Var si sarebbero viste altre partite e soprattutto altri risultati.

Nessun commetno

Lascia una risposta: