Denuncia smarrimento assegno per non farlo incassare alla cognata

Denuncia smarrimento assegno per non farlo incassare alla cognata

1052
0
CONDIVIDI
Avrebbe simulato lo smarrimento di un assegno rischiando di creare problemi giudiziari alla cognata, per questo un 48enne residente a Tornolo è finito sotto processo. Stando alle accuse contestate dalla Procura di Parma l’uomo avrebbe accompagnato l’anziano padre in caserma a Bedonia convincendolo a sporgere denuncia di smarrimento del titolo di credito, un assegno di 800 euro che in realtà aveva regolarmente consegnato alla parente.
I soldi dovevano servire alla donna per far fronte alle spese vive che servivano per assistere sua sorella che è anche moglie dell’uomo finito a giudizio, era bisognosa di cure dopo un ricovero ospedaliero. Purtroppo, stando alle contestazioni di reato, quando la donna si è recata in banca per incassare l’assegno ha rischiato di essere denunciata, in quanto era stata presentata a denuncia di smarrimento. La prossima udienza si svolgerà il mese prossimo davanti al giudice Laura Ghidotti.
s.p.

Nessun commetno

Lascia una risposta: