Zebre Rugby, da Newport un punto bonus che va stretto. Dragons vincono...

Zebre Rugby, da Newport un punto bonus che va stretto. Dragons vincono 11-6

538
0
CONDIVIDI

ruzza-600Dragons Vs Zebre Rugby 11-6 (p.t. 11-6)

Marcatori:  9’ cp Canna (0-3); 18’ m Howard (5-3); 29’ cp Macleod (8-3); 35’ cp Macleod (11-3); 40’ cp Canna (11-6);

Dragons: Amos, Warren, Morgan, Beard, Howard, Macleod; Pretorius (20’ s.t. Davies C.); Jackson, Cudd (23’ s.t. Fairbrother), Evans L. (cap), Landman (26’ s.t. Screech), Crosswell (28’ s.t. Thomas J.), Harris, Rhys Thomas (23’ s.t. Buckley), Davies T. (9’ s.t. Hobbs) (Non entrati: O’Brien, Rhys Jones) All. Jones

Zebre Rugby: Baker (26’ s.t. Padovani), Greeff, Bisegni, Boni (37’ s.t. Pratichetti), Di Giulio, Canna, Palazzani (26’ s.t. Engelbrecht); Van Schalkwyk (29’ Ruzza), Mbandà (23’ s.t. De Marchi, 37′ s.t. Mbandà), Sarto, Biagi (28’ s.t. Koegelenberg), Geldenhuys Ceccarelli (22’ s.t Chistolini), Fabiani (22’ s.t. Festuccia), De Marchi (10’ s.t. Roan) All.Guidi

Arbitro: Lloid Lynton (Scottish Rugby Union)

Assistenti: Cammy Rudkin Scottish Rugby Union) e Gareth John (Welsh Rugby Union)

Calciatori: Macleod (Dragons) 2/3, Canna (Zebre Rugby) 2/3,

Cartellini: al 22’ s.t. giallo a Harris (Dragons) e Roan (Zebre Rugby), al 27’ s.t. giallo a De Marchi (Zebre Rugby)

Guinness PRO12 Man of the match: Jackson (Dragons)

Punti in classifica: Dragons 4, Zebre Rugby 1

Le Zebre Rugby cadono al Rodney Parade di Newport con i Dragons, ma dimostrano di essere più che all’altezza della franchigia gallese. Il XV del Nord Ovest con una formazione più completa rispetto alle recenti uscite, ha rischiato in più occasioni di vincere la gara. Alla fine gli uomini di coach Guianluca Guidi si sono dovuti accontentare del solo punto di bonus difensivo, utile comunque a muovere la classifica in vista dell’impegno casalingo del 17 settembre con i campioni in carica del Connacht.

Guidi dopo le alchimie delle ultime uscire per mettere in campo una squadra possibile, ha potuto schierare ben 10 nazionali nel XV di partenza, con il rientro tra l’altro di Geldenhuys e Fabiani. Ma ha dovuto rinunciare al pilone piacentino Lovotti, squalificato per due giornate dopo la prima giornata con gli Ospreys. Importanto anche il ritorno di Canna a pieno regime e nella sua posizione naturale di mediano d’apertura, dopo gli esperimenti da estremo per far di necessità virtù.

I padroni di casa, invece, si affidano ai loro due nazionali Amos e Morgan schierati fra i trequarti. L’obiettivo dei Dragons non è tanto quello di vendicare il 47 a 22 subito a maggio al Lanfranchi, quanto il ritorno alla vittoria che a Newport manca loro dal gennaio scorso.

Le Zebre concedono subito un fallo al 2° minuto, difendono bene touche e multifase gallese nel primo assalto risalendo grazie ad un fallo in mischia. Il XV del Nord-Ovest si ritrova così nei 22 ma con un nulla di fatto. Nell’assalto successivo alla mano nei 22 avversari Lynton vede un fallo per fuorigioco e assegna il piazzato ai bianconeri che sbloccano il tabellino con Canna dopo 9 minuti. Al 12° passaggio impreciso di Van Schalkwyk, Baker libera al piede come può ma il pallone va fuori e porta i gallesi in mischia ai 5 m gallese. Evans e compagni vanno vicinissimo a segnare, ma è bravo Di Giulio ad intercettare un pallone al largo e far sfumare l’opportunità.

Il ritmo rimane lento con i bianconeri solidi nelle fasi statiche ma sono i Dragons ad infiammare poco dopo il pubblico col break di Landman; l’azione prosegue alla mano con la meta di Howard non trasformata al 18°. Il primo vantaggio carica il XV di Jones che trova fiducia con un altro break di Pretorious questa volta recuperato dalla difesa italiana. Le Zebre risalgono con un fallo in ruck prima di una lunga fase di scambi di pedate tra i due triangoli arretrati. Un’azione alla mano dei gallesi trova la difesa italiana in fuorigioco sui 22 così Macleod può centrare i pali alla mezz’ora. Il possesso continua a sorridere ai Dragons con le Zebre stabilmente in difesa a concedere un altro fallo: l’apertura dei gallesi porta i suoi oltre al break al 35° dopo aver messo molta pressione ai bianconeri nella seconda metà del primo tempo che si chiude con un piazzato di Canna che fissa il parziale 11-6.

Le Zebre sono subito protagoniste ad inizio ripresa a sfruttare un errore di Amos ma il calcio di Canna da 30 metri va largo. Si alza il ritmo della sfida con le difese a controllare gli sforzi offensivi alla mano. Le Zebre vengono sanzionate per mani in ruck al 45° ritrovandosi a difendere con successo una maul gallese nei propri 22. Dopo un fallo in mischia il XV del Nord-Ovest attacca nei 22 avversari ma l’azione alla mano non è efficace e l’ovale cade ancora in avanti. Il pack gallese riporta i padroni di casa nei 22; avanzano i Dragons che mettono molta pressione alle Zebre ma l’ultimo passaggio di Macleod è impreciso.

Dopo alcuni ingaggi non corretti quando scocca l’ora di gioco a Newport l’arbitro sventola un cartellino giallo ad entrambi i piloni: Harris per i Dragons e Roan per le Zebre. I bianconeri provano a sfruttare il momento per rendersi pericolosi e riportarsi avanti: il XV del Nord-Ovest muove bene l’ovale che porta per la prima volta Baker vicino alla meta al 65° prima di lasciare il campo per Padovani. Rispondono subito i Dragons con un break del numero 8 Jackson sulla metà campo ma gli offload –positivi nel primo tempo – sono meno efficaci fruttando però un fallo contro le Zebre che si ritrovano in 13 per il giallo a De Marchi.

Biagi e compagni devono difendere l’impeto gallese in inferiorità numerica concedendo un fallo sul punto d’incontro a 25 metri dai pali: i Dragons potrebbero chiudere il match ma decidono per la rimessa ai 5 metri sprecando poi l’opportunità. Bisegni zittisce il Rodney Parade intercettando un’azione dei padroni di casa venendo però recuperato vicino alla linea dei 22. Le Zebre – nonostante alcune decisioni arbitrali molto dubbie – ci credono e continuano ad attaccare in 14 alla ricerca della meta della possibile vittoria che però non arriva.

Sono i Dragons che possono festeggiare la loro prima vittoria stagionale in un secondo tempo che – come nella sfida della passata stagione a Newport – non ha visto punti segnati tra le due squadre. Le Zebre muovono la propria classifica cogliendo il primo punto della loro storia al Rodney Parade di Newport.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma martedì 13 settembre per preparare il terzo turno del campionato Guinness PRO12 che vedrà il XV del Nord-Ovest ospitare a Parma i campioni in carica del Connacht sabato prossimo 17 settembre 2016

Nessun commetno

Lascia una risposta: