Crack Parmalat, la magistratura svizzera sequestra 21 milioni a un ex consulente...

Crack Parmalat, la magistratura svizzera sequestra 21 milioni a un ex consulente del gruppo di Collecchio

1509
0
CONDIVIDI

Ex sede ParmalatPer le autorità svizzere avrebbe riciclato denaro proveniente dai fondi neri della Parmalat, per questo il tribunale federale ha respinto il ricorso presentato da Luca Sala, 52 anni, milanese, ex manager di Bank of America e consulente Parmalat dell’era Calisto Tanzi.

Sala chiedeva di rientrare in possesso di circa 21 milioni di dollari sequestrati dalla procura di Bellinzona su un conto aperto in una banca del Principato del Liechtenstein, ma i giudici federali non hanno creduto alla sua versione dei fatti, confermando in pieno il sequestro disposto dalla magistratura inquirente.

Il manager milanese, intanto, è sotto processo a Bellinzona con varie accuse che vanno dalla bancarotta fraudolenta, riciclaggio di denaro, falsità in documenti e corruzione. Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe riciclato in Svizzera e in Liechtenstein qualcosa come 85 milioni di franchi svizzeri, riconducibili, sempre secondo i giudici, ai fondi neri della vecchia Parmalat. Accuse per le quali Luca Sala potrebbe rischiare una condanna fino a 7 anni e mezzo.

Nessun commetno

Lascia una risposta: