Bevono birra in piazzale della Chiesa:180 euro di multa

Bevono birra in piazzale della Chiesa:180 euro di multa

801
0
CONDIVIDI

a-17-anni-rischia-il-coma-ma-chi-lo-ha-fatto-bere_68195e00-4cc0-11e4-a377-95ba2f92b3ae_displaySi passa dal dire al fare e ieri sera in Piazzale dalla Chiesa è stato applicato il regolamento di Polizia Urbana con le prime tre multe elevate a chi stava consumando bevande alcoliche all’aperto. Le prime vittime del nuovo regolamento di polizia urbana sono una donna e due uomini che stavano bevendo tre birre. Ecco il testo diffuso dall’Ufficio stampa di Comune/Polizia municipale.

“Il nuovo regolamento di polizia urbana comincia a produrre i suoi effetti.
Ieri pomeriggio, alle 18.40 gli agenti della polizia municipale, mentre operavano nell’ambito del servizio di prossimità e del controllo e del rispetto dei regolamenti comunali, hanno identificato e sanzionato tre persone che stavano bevendo alcolici in piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Nello specifico venivano identificati una donna italiana di 41 anni, intenta a bere birra contenuta in una lattina di alluminio, e due uomini nigeriani. rispettivamente di 29 e 23 anni, anche loro che bevevano birra bottiglia.

Ai tre i vigili hanno contestato la sanzione prevista all’articolo 19, comma 1 del nuovo Regolamento di Polizia Urban, che indica il divieto di consumare bevande alcoliche in contenitori di vetro e/o metallo o di altra tipologia al di fuori dei luoghi di somministrazione all’uopo destinati nelle zone monumentali e in zona antistante la stazione ferroviaria, così come individuate dalla delibera applicativa della Giunta Municipale.
Ai tre veniva pertanto elevata una sanzione amministrativa pecuniaria pari a 180 Euro. Gli agenti non hanno proceduto alla confisca dei contenitori, ma al loro smaltimento secondo le modalità previste.
“Come avevamo annunciato – è il commento dell’assessore Cristiano Casa – immediatamente dopo la deliberazione della Giunta che ha fissato le sanzioni, sono partiti i controlli. Gli agenti hanno verificato le zone critiche soprattutto per l’abuso di alcolici; di questo voglio rendere merito al Corpo di Polizia Municipale, che si è attivato per dare una pronta risposta utilizzando i nuovi strumenti a disposizione. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni – annuncia Casa – in attesa che possiamo emettere per gli esercizi che andremo ad individuare nell’Oltretorrente, anche il divieto di vendita per asporto di alcolici, che sarà previsto per quei locali davanti ai quali si riscontrano i fenomeni di degrado più evidenti e frequenti, che causano problematiche per residenti e commercianti delle zone interessate”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: