Scuole chiuse neve o altre calamità, il sindaco "telefona" a tutte le...

Scuole chiuse neve o altre calamità, il sindaco "telefona" a tutte le famiglie

745
0
CONDIVIDI

neve Parma piazza GaribaldiDirigenti e operatori scolastici e famiglie potranno essere avvisati con un messaggio del sindaco nel caso vi siano problemi per il regolare funzionamento delle attività scolastiche. Con l’Alert System in pochi minuti il messaggio del sindaco aggiungerà tutte le utenze che avranno accettato di essere collegate.

“L’obiettivo – ha affermato il sindaco Federico Pizzarotti in una conferenza stampa insieme al comandante della Polizia Municipale Gaetano Noè e con il responsabile della protezione civile Claudio Pattini – è quello di raggiungere il maggior numero di persone interessate per evitare disagi e incertezze sul da farsi in quelle particolari occasioni. Comunque – ha aggiunto – un assenza di avvisi diramati dal Comune, sia tramite Alert System, sia tramite i social media e gli organi di stampa, le scuole sono da ritenere aperte e funzionati”.

Nel caso che siano in corso o siano previste copiose nevicate, verrà convocato automaticamente, alle ore 18, il tavolo di valutazione, presieduto dal sindaco e composto dal responsabile della protezione civile comunale, dal dirigente tecnico di Parma Infrastrutture e dal dirigente dei servizi educativi del Comune.

In quella sede si deciderà di non fare nulla se la situazione non presenta particolari rischi (in questo caso le scuole saranno regolarmente aperte e funzionanti), di inviare un messaggio di “preallerta” avvisando che le precipitazioni nevose potrebbero provocare disagi alla circolazione (in questo caso gli istituti scolastici resterebbero aperti e opererebbero secondo le modalità decise dai dirigenti scolastici), oppure – in caso di “codice rosso” (e solo in questo caso), di disporre la chiusura delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado, inviando un messaggio in questo senso a tutte le utenze “scolastiche” (operatori e famiglie) collegate all’Alert System del Comune.

Il tavolo di valutazione potrà essere convocato anche nelle ore successive alle 18 in caso di brusca evoluzione dei fenomeni atmosferici: se si renderà necessario, il messaggio che annuncia la chiusura delle scuole potrà essere inoltrato anche nelle prime ore del mattino successivo, in caso di passaggio da codice arancione a codice rosso, in tempo per consentire alle famiglie di organizzarsi.

Per assicurare il miglior servizio di avviso alle famiglie, il Comune ha coinvolto i dirigenti scolastici allo scopo di costruire una banca dati più ampia possibile con i numeri telefonici delle famiglie con figli che frequentano le scuole di ogni ordine e grado, da avvisare. Queste ovviamente dovranno essere consapevoli e consenzienti per ricevere l’avviso del sindaco in caso di emergenza neve.

Per ora nel data base ci sono già tutti i numeri telefonici dei dirigenti scolastici e degli operatori coinvolti e soprattutto i 5.000 numeri delle famiglie che hanno bambini inseriti nei nidi e nelle scuola materne che fanno capo al Comune di Parma.

Nelle prossime settimane la lista dei destinatari verrà implementata con i numeri che saranno forniti dagli istituti scolastici ai quali le famiglie avranno fatto pervenire disponibilità e consenso.

Nessun commetno

Lascia una risposta: