Discarica abusiva, il nuovo Cda del Camping I Pianelli: “Noi estranei ai...

Discarica abusiva, il nuovo Cda del Camping I Pianelli: “Noi estranei ai fatti”

480
0
CONDIVIDI

Un fulmine a ciel sereno. Così è stata il nuovo Consiglio d’amministrazione del Camping I Pianelli di Berceto definisce la perquisizione e la nuova indagine dei Carabinieri che lo scorso 25 giugno ha portato alla scoperta di una discarica abusiva in un prato adiacente alla struttura turistica già sequestrata lo scorso novembre per una presunta lottizzazione abusiva. Il nuovo Cda si è infatti insediato a maggio e non ha nulla a che fare con le gestioni precedenti.

La perquisizione è avvenuta a seguito di una denuncia, e ha purtroppo portato alla luce la presenza di materiale di diversa natura sepolto in un punto dell’area del campeggio: plastica, carta catramata, e altri rifiuti ancora che parrebbero non avere natura pericolosa per quanto siano state disposte più approfondite verifiche – si legge in una nota ufficiale -. L’attuale consiglio d’amministrazione della cooperativa Turismo Sportivo S.c.a.r.l., che si occupa della gestione del Campeggio, si è insediato alla metà dello scorso maggio, dunque da poco più di un mese. Si tratta di un consiglio “di emergenza”, nato per gestire una situazione delicata, quella del sequestro preventivo subito dalla struttura nel novembre del 2017. La notizia della presenza di rifiuti nel sottosuolo ha sorpreso tutti gli attuali consiglieri come un fulmine a ciel sereno. Al momento il Consiglio non sa di chi sia opera tale seppellimento. Sa che ci sono degli indagati, nessuno dei quali è però interno all’attuale Consiglio, i cui componenti ribadiscono la propria estraneità a questa faccenda“.

Il Consiglio tuttavia, in merito alle notizie circolate in questi giorni, fa alcune precisazioni. Innanzitutto il sequestro dei 170 bungalow del novembre scorso, avvenuto sottolinea il Cda, per “la contestazione di un reato di lottizzazione edilizia abusiva, il cui dibattimento non è ancora iniziato“. Nessun problema con le fognature, ribadiscono da Berceto, perché “il Campeggio è dotato di impianto fognario con tanto di depuratori e ogni bungalow è provvisto di fossa settica. Nel corso delle ispezioni dell’Arma dei Carabinieri sono emerse irregolarità nell’impianto fognario di due soli bungalow“.

Precisazione anche sull’ampiezza della discarica abusiva rinvenuta dai Carabinieri, che occuperebbe soltanto un terzo circa del prato di mille metri quadrati in cui i rifiuti sono stati interrati nel tempo. Insomma, sottolinea il Cda, “una piccolissima parte dell’area complessiva del campeggio“.

Il Consiglio vuole inoltre confermare la sua ferma intenzione di collaborare con le forze dell’ordine e con la magistratura al fine di sanare l’attuale situazione, nel rispetto della legge e dell’ambiente. Nell’ultimo mese sono già state fatte molte mosse in questa direzione. Questa grave scoperta non impedirà al Consiglio di amministrazione attuale di fare quanto è in suo potere per dare al Campeggio “I Pianelli” la possibilità di essere nuovamente popolato“, conclude la nota..

Nessun commetno

Lascia una risposta: