Nasce a Parma la Filarmonica dell’Opera italiana Bruno Bartoletti

Nasce a Parma la Filarmonica dell’Opera italiana Bruno Bartoletti

1434
0
CONDIVIDI

Nasce a Parma la Filarmonica dell’Opera italiana Bruno Bartoletti, una vera e propria associazione di musicisti in cui essi stessi sono azionisti con poco più del 3 percento. Bruno Bartoletti è invece il maestro che ispira la nuova orchestra nazionale presentata alla Casa della Musica. Per l’assessore alla Cultura Michele Guerra, “la nascita di una nuova orchestra è segno che la nostra città non smette di scommettere sui propri talenti e sulle proprie capacità. L’intitolazione al maestro Bartoletti rappresenta per questa nuova realtà un indirizzo di merito e un ottimo auspicio”.

A guidare la Foi è il presidente Manlio Maggio, che ha così raccolto l’eredità lasciata nel 2013 dall’orchestra del Teatro Regio, lasciata per strada dopo 11 anni di successi. Da allora nasce l’Orchestra dell’Opera Italiana che oggi diventa Filarmonica a tutti gli effetti. Con Maggio siedono nel Cda Giovanna Mambrini e Francesco Bonacini, rappresentanti rispettivamente dei fiati e degli archi. Il Comitato artistico è invece costituito da Gabriele Bellu, Alessandro Ferrari e Pietro Scalvini.

Alla presentazione anche l’avvocato Fulvio Villa, che ha avuto un ruolo decisivo nell’intitolazione della Filarmonica a Bartoletti e che ne ha ricordato l’eccezionalità artistica e innovativa, e la maggiore delle due figlie del maestro, Chiara Bartoletti, che, in accordo con gli altri componenti della famiglia, ha acconsentito a legare l’immagine del Maestro alla nuova orchestra: “Mio padre ha sempre nutrito un grande affetto per la città di Parma, non limitato alla sua vita artistica e professionale; ha sempre creduto in progetti innovativi e investito in nuovi talenti musicali, per questo siamo lieti che questa neo-nata orchestra porti il suo nome”.

La Foi Bruno Bartoletti – ha aggiunto Giovanna Mambrini – vuole essere non solo una orchestra esecutrice ma, attraverso le proprie competenze, anche didattiche, essere promotrice di progetti innovativi”.

Lo dimostra l’intitolazione a Bruno Bartoletti, che fu tra l’altro direttore musicale al Regio, per molti dei componenti dell’orchestra un vero e proprio riferimento. Per tutto questo, tra le mission dell’attività della Foi, ci sarà anche lo sviluppo di repertori non consueti, oltre a progetti, artistici e didattici, che ricordino il Maestro Bartoletti.

La prima uscita della Filarmonica sarà il 18 maggio al Victoria Hall di Ginevra con un concerto intitolato “Les Masques d’Opera” e il 24 maggio al Teatro Comunale di Treviso per un recital con Jessica Pratt e Claudio Sgura.

Nessun commetno

Lascia una risposta: