Busseto – Via a vigilanza privata e controlli di vicinato

Busseto – Via a vigilanza privata e controlli di vicinato

65
0
CONDIVIDI

L’Amministrazione Comunale di Busseto, seguendo le indicazioni del Patto della Sicurezza siglato con la Prefettura, si sta adoperando per promuovere diverse azioni di prevenzione e di controllo per migliorare la sicurezza pubblica. In quest’ottica è già stato attivato il Controllo di Vicinato, per il quale si stanno raccogliendo le adesioni e rafforzata la collaborazione tra le Forze di Polizia e la Polizia Municipale e intensificati i controlli territoriali della Polizia Municipale. In programma c’è anche il potenziamento del sistema di videosorveglianza, il cui bando verrà emesso a breve.

Seguendo questa linea, che salvaguardia la sicurezza dei cittadini, l’Amministrazione ha promosso anche uno specifico servizio di vigilanza privata, caratterizzato dalla presenza di una Guardia Privata Giurata (G.P.G) appiedata, in divisa e radiocollegata che monitora le principali zone del centro storico di Busseto. La funzione, coordinata insieme al Comandante della Polizia Municipale, sarà quella di controllare che sul territorio non siano in atto situazioni anomale. In caso di necessità e flagranza le G.P.G sono autorizzate ad intervenire secondo la normativa vigente. Il servizio è già partito, in via sperimentale nel periodo di novembre e dicembre, ed è attivo per due giornate a settimana.

Sono molto soddisfatta – ha spiegato l’assessore Elisa Guareschi di questo nuovo servizio per la sicurezza dei cittadini. Abbiamo già avuto alcuni riscontri da parte dei cittadini, tutti molto positivi. Il servizio di vigilanza privata è contenuto nel patto ‘Mille Occhi sulla città’: abbiamo dimostrato di mantenere fede agli impegni assunti”. Lo scopo del servizio è quello di garantire sul territorio la presenza di personale aggiuntivo in grado di segnalare a Polizia locale e Forze dell’Ordine le situazioni di criticità. “Gli sforzi dell’Amministrazione – afferma l’assessore Guareschi – sul tema sicurezza sono evidenti. Ci auguriamo che gli Enti locali non vengano più lasciati soli ad affrontare un tema così delicato e complesso. Tra questi c’è il tema dell’accattonaggio, che fatica a trovare risposte normative efficaci utili. “La questione – conclude – è stata sottoposta anche al Prefetto, nel corso dell’ultima riunione alla presenza del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Entro fine anno completeremo anche la rete di videosorveglianza. Siamo decisi a mettere in campo tutto quello che è nelle nostre possibilità per aumentare la sicurezza dei nostri concittadini”. Rimangono aperte anche le adesioni per il Controllo di Vicinato, il cui progetto è stato recentemente approvato dal Consiglio Comunale. Chi desidera mettersi a disposizione può iscriversi recandosi agli Uffici di Polizia Locale.

Nessun commetno

Lascia una risposta: