Incontro con Tajani, Confapi porta le Pmi all’attenzione del Parlamento Europeo

Incontro con Tajani, Confapi porta le Pmi all’attenzione del Parlamento Europeo

843
0
CONDIVIDI
image7
Antonio Tajani e Cristian Camisa

Confapi e Parlamento Europeo a confronto. Si è svolto a Roma l’incontro fra il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani e quello di Confapi Maurizio Casasco, accompagnato dal vicepresidente Francesco Napoli, dal tesoriere Filiberto Martinetto e dal presidente di Confapi Piacenza, Emilia Romagna e membro di Giunta nazionale Cristian Camisa.

L’incontro ha offerto l’occasione a Casasco di ribadire al presidente del Parlamento Europeo le congratulazioni per il prestigioso incarico, anche in considerazione del suo costante impegno per risolvere i problemi che impediscono un pieno sviluppo delle potenzialità delle PMI, che sono la vera linfa vitale del sistema produttivo italiano e europeo. Ma a finire sotto i riflettori sono stati anche alcuni temi cari a Confapi: la riduzione dei tempi di pagamento anche tra privati che, nella mancata osservanza della direttiva europea, continuano a penalizzare in maniera massiccia le PMI, la protezione, valorizzazione e sviluppo della nostra industria manifatturiera, la necessità di aprire alle piccole e medie imprese, secondo criteri di trasparenza e reale concorrenza, il settore degli appalti pubblici.

Ho apprezzato la grande disponibilità dimostrata del Presidente Tajani nei confronti delle PMI” è stato il commento del presidente Camisa, “il suo impegno come Commissario europeo è stato lodevole e prezioso in tante occasioni, a cominciare dalla discussione sulla concessione alla Cina dello status di economia di mercato: proprio su quel fronte si è concretizzato un lavoro di squadra in difesa della manifattura europea che come Confapi abbiamo sostenuto e apprezzato. L’auspicio oggi è che le politiche europee riescano a indirizzare anche le istituzioni italiane ad un maggiore coinvolgimento delle PMI nella strutturazione delle politiche industriali e in temi di attuale rilevanza come quello di Industria 4.0”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: