Gran gol di Calaiò fa volare il Parma Calcio. Lumezzane salvato da...

Gran gol di Calaiò fa volare il Parma Calcio. Lumezzane salvato da palo e traversa (Risultati e classifica)

1018
0
CONDIVIDI

view1PARMA CALCIO 1913 – LUMEZZANE 1-0

Marcatori: 81′ Calaiò

PARMA CALCIO 1913: Coric, Canini, Corapi, Lucarelli (Cap.) (64′ Evacuo), Garufo (60′ Messina), Nocciolini (76′ Guazzo), Baraye, Calaiò, Nunzella, Coly, Scavone. A disposizione: Fall, Saporetti, Miglietta, Giorgino, Melandri, Mazzocchi, Benassi, Ricci, Simonetti. All.: Apolloni

AC LUMEZZANE: Pasotti, Bonomo, Arrigoni (84′ Leonetti), Calamai, Sorbo, Barbuti (73′ Speziale), Genevier (Cap.), Bacioterracino, Rapisarda, Varas (73′ Padulano), Tagliani. A disposizione: Fiory, Raucci, Celiento, Speziale, Allegra, Vaccaro, Brusacà, Gentile, Padulano, Magnani. All.: Filippini

Arbitro: Andrea Capone di Palermo
Assistenti: Patric Lenarduzzi di Merano e Gianluca Sartori di Padova

Note: calci d’angolo 6-4; ammoniti Tagliani (23′), Genevier (85′) e Guazzo (89′)

 

Il Parma Calcio non stecca la prima al Tardini di questa stagione di Lega Pro, ma quanta paura prima di trovare quel gran gol con Emanuele Calaiò. Una porta stregata quella difesa da Pasotti, salvato al 70′ dalla traversa centrata da Canini e 10 minuti dopo dal palo colpito da Guazzo. Ma stavolta, per fortuna, non vale il vecchio detto “non c’è due senza tre” e appena un minuto dopo né i pali, né il portiere ospite hanno potuto nulla sulla straordinaria rovesciata da campione di Calaiò. Uno a zero e tre punti d’oro per i crociati dopo la brutta prestazione di Modena e la ferma presa di posizione dei tifosi.

Apolloni schiera subito un 11 rivoluzionato, con Nocciolini preferito ad un Evacuo non ancora a pieno regime, e Corapi in cabina di regia al posto di Miglietta. In difesa arriva l’esordio di Canini al posto di Benassi. Il Parma sa che deve dare segnali importanti se vuole davvero lottare per la vittoria del campionato e i ragazzi di Apolloni partono subito molto forte costringendo il Lumezzane ad arroccarsi in difesa. Al 7′ Calaiò devia un bel traversone di Nunzella, ma Pasotti respinge in tuffo. Nocciolini scatenato scalda poi le mani di Pasotti, prima con un colpo di testa poi con una bomba di destro al 14′ parata dall’estremo difensore rossoblu.

Il Lumezzane ci prova ad alleggerire la pressione con quelle veloci ripartenze di cui Apolloni aveva parlato presentando questo incontro e le sue insidie. Da segnalare anche il tiro del bomber ospite Barbuti, che al 25′ trova però pronto Coric chiamato a sostituire il nazionale Zommers. Ma sono i padroni di casa a premere di più, anche il ritmo non è altissimo e il gioco ancora poco fluido. Al 26′ Francesco Corapi da qualche metro fuori area chiama Pasotti a una deviazione, poi un corner di Nunzella scatena un pericoloso parapiglia nell’area ospite ma non ci sono maglie crociate in grado di approfittarne. Il Parma spinge per cercare quella segnatura che metterebbe sui giusti binari una partita che Lucarelli e compagni non possono sbagliare, ma il Lumezzane sul finale di tempo si rende pericolosissimo in contropiede ma Varas sbaglia. L’ultimo colpo però è del Parma, ancora con un attivissimo Corapi che da fuori impegna ancora il portiere. Finisce 0 a 0.

A inizio ripresa Apolloni non cambia nulla e non modifica il suo 3-5-2. Il Parma riparte forte, il Lumezzane è rintanato nella sua metà campo. I padroni di casa, però, forse anche per la frenesia di trovare la rete, finiscono col non trovare più spunti pericolosi. Apolloni se ne accorgee al 64′ chiama Evacuo addirittura al posto di capitan Lucarelli. Vuole più peso ed esperienza davanti e il modulo diventa più offensivo con un 4-3-3. Al 76′ entra anche Guazzo al posto di un Nocciolini che ha speso molto e che strada facendo ha un po’ perso la verve iniziale.

La prima occasione da rete però la crea il neo entrato Messina che al 21′ mette al centro un bel cross, ma Scavone incredibilmente non riesce a trovare l’attimo per colpire. Il Parma c’è ma la porta ospite sembra davvero stregata. Al 70′ ancora un episodio: corner battuto magistralmente da Corapi, colpo di testa del difensore Canini e la palla si stampa sulla traversa. All’80’ ci prova Guazzo con un bel destro scagliato dal vertice sinistro dell’area ospite, con il pallone che finisce sul palo a Pasotti battuto.

Il pubblico di fede crociata non può dire di non aver vissuto qualche forte emozione e non può rimproverare granché alla squadra di Apolloni, ma inizia a serpeggiare la paura che anche questa partita finisca senza reti. Neppure il tempo di pensarci, però, che un bomber di razza e di categoria superiore come Calaiò regala il vantaggio al Parma. E’ l’81’ quando in seguito a una punizione, in area si accende una mischia e Calaiò in rovesciata riesce a trovare l’angolo giusto.

Il Parma vince con una rete di scarto, ma il risultato è chiaramente bugiardo. Il Parma di Apolloni, questa volta, meritava molto di più. Ma la vittoria e i 3 punti, ciò che davvero conta, sono arrivati.

 

2a GIORNATA ANDATA – SABATO 3 SETTEMBRE 2016

Ore 16.30
FORLÌ – PORDENONE        0-2
FERALPISALÒ – MODENA  1-0
GUBBIO – SUDTIROL        1-0
TERAMO – BASSANO        1-1

Ore 18.30
MACERATESE – SAMBENEDETTESE 1-2
REGGIANA – ANCONA                    4-0

Ore 20.30
FANO – SANTARCANGELO              0-2
PADOVA – ALBINOLEFFE                1-1
MANTOVA – VENEZIA                    0-0
PARMA CALCIO – LUMEZZANE   1-0

 

CLASSIFICA

– Santarcangelo 6
– Pordenone, Bassano Virtus, Gubbio, Parma, Unione Venezia 4
– Reggiana, Lumezzane, Sambenedettese, Südtirol, FeralpiSalò 3
– Mantova 2
– AlbinoLeffe, Calcio Padova, Modena, Teramo, Ancona 1
– Maceratese, Forlì, Fano 0

PROSSIMO TURNO: 3a GIORNATA ANDATA – SABATO 10 SETTEMBRE 2016

Ore 16.30
ALBINOLEFFE – FANO A.J. (Stadio “ Atleti Azzurri d’Italia”, Bergamo)
LUMEZZANE – GUBBIO
SAMBENEDETTESE – MANTOVA
SANTARCANGELO – PARMA
SUDTIROL – FERALPISALO’

Ore 18.30
PORDENONE – TERAMO
VENEZIA – REGGIANA

Ore 20.30
ANCONA – BASSANO V.
MODENA – MACERATESE
PADOVA – FORLI’

Nessun commetno

Lascia una risposta: