Fidenza commemora la strage di Bologna del 2 agosto 1980, tappa anche...

Fidenza commemora la strage di Bologna del 2 agosto 1980, tappa anche a Parma

790
0
CONDIVIDI

IMG_1112

Fidenza, anche quest’anno, partecipa alla commemorazione della strage di Bologna – ricordando anche le stragi di Piazza Fontana e di via Palestro a Milano e di piazza della Loggia a Brescia – ed oggi ha ospitato una tappa della 32 ª Staffetta podistica Milano-Brescia-Bologna “Per non dimenticare”.

Ad attendere i podisti, in piazza Garibaldi, erano presenti il sindaco Andrea Massari, l’assessore allo Sport, Davide Malvisi, e la sezione Anpi di Fidenza con il gonfalone.

Grazie a chi ha corso e a chi deve ancora completare il percorso. Fidenza è presente anche quest’anno e domani saremo a Bologna per testimoniare quanto il rifiuto della violenza e del terrorismo siano importanti, oggi più che mai alla luce dei recenti fatti di cronaca. La storia ci ha insegnato che il terrorismo mira a farci vivere nella paura e a minare le nostre certezze. Ebbene, il messaggio di oggi è quello di allora: non ci piegheremo alla paura e non ci lasceremo contagiare dall’odio e dalla violenza ”, ha detto il sindaco Andrea Massari .

Noi continueremo a portare avanti il nostro messaggio – ha detto Luigi Viganò di Agap – perché un popolo senza memoria è un popolo senza storia”.

Passa anche da Parma la staffetta che domani arriverà a Bologna

DSC_9861La staffetta ha fatto tappa anche a Parma, per una sosta in Municipio: i podisti e gli accompagnatori sono stati ricevuti a nome dell’Amministrazione dal presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi, che li ha ringraziati per l’importante impegno che si sono assunti affinché non venga rimossa dalla memoria collettiva una delle pagine più brutte della nostra storia. Il presidente del consiglio ha rimarcato come sia “sempre bene ricordare questi episodi. Sarò domani a Bologna – ha proseguito – con il Gonfalone del Comune di Parma, come è tradizione. I rigurgiti del terrorismo sono allarmanti, per questo è ancora più importante ricordare il passato e chiedere verità, che è il maggiore dei riconoscimenti dovuti”.

Luigi Viganò, coordinatore della staffetta, ha fatto presente come anche quest’anno abbiano aderito all’iniziativa più di 250 partecipanti, suddivisi in gruppi. “E’ importante ricordare – ha concluso – sopratutto oggi in un tempo in cui lo stragismo è diventato globale, in un momento di grande difficoltà per il mondo intero”.

Il momento sé stato contraddistinto da uno scambio di doni. Il presidente del consiglio ha consegnato il gagliardetto del Comune e due piccole spille con il simbolo del Comune. I rappresentanti della staffetta hanno ricambiato con un volume su Milano, una lettera di ringraziamenti di Paolo Bolognesi, presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage di Bologna, e una formella di terracotta che ricorda il bus n. 37 che a Bologna fu trasformato in ambulanza in occasione della strage.

Domani, martedì 2 agosto, alla cerimonia di Bologna, nel corteo ufficiale la città di Parma sarà rappresentata dal Presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi, accompagnato dal gonfalone della città .

Nessun commetno

Lascia una risposta: