Verso il Cittadella, Pecchia: “Tutti i miei devono avere fame di segnare”

Verso il Cittadella, Pecchia: “Tutti i miei devono avere fame di segnare”

119
0
CONDIVIDI

Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, durante la conferenza stampa di presentazione della partita contro il Cittadella (in programma sabato 12 novembre, ore 14:00) rilasciate ai giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio.

L’OBIETTIVO: ATTACCARE CON PIU’ RABBIA, FORZA E VEEMENZA
Alcuni dati sono oggettivi e incontestabili. Dal punto di vista del volume del gioco credo che, anche a Palermo, fino agli ultimi 20 metri, abbiamo sviluppato con grandissima qualità. Poi c’è stato un attacco dell’area, un attacco della porta, con poca veemenza e con poca forza. Questo incide sui dati a fine gara. Ma anche questa settimana abbiamo lavorato su questo aspetto, perché avere il dominio territoriale e mettere una squadra dentro la propria metà campo, dopo bisogna portare a casa qualcosaQuesto è evidente, bisogna entrare di più in area, più rabbia, più voglia di andare a fare gol. E in alcuni momenti, non solo giocate individuali, ma giocate per facilitare il compagno. E tutte queste poi incidono. Intanto, fino a quella zona vedo una squadra che ha voglia di fare, ha una precisa identità a prescindere dagli interpreti. Sono pochi gol, questo mi dispiace, ma ho sempre detto: il gol deve riguardare tutti, indipendentemente dai ruolo che occupano in campo. Tutti devono sentire la voglia di fare gol e di ricercare il gol. Il concetto del gol deve riguardare tutti. Negli ultimi trenta metri dobbiamo coprire meglio l’area, questo aspetto va migliorato”. 

CITTADELLA SOLIDO E CON UNA GRANDE DIFESA: SERVONO I GOL
“Ora dobbiamo terminare questo primo blocco del campionato con un dettaglio non da poco: giochiamo contro una realtà solidissima del campionato, come il Cittadella. E poi affrontare il mese di dicembre, dove con i turni infrasettimanali avremo bisogno della totalità della rosa. Affrontiamo una squadra che subisce poco, continuo a ripetere in B è una solida realtà con un’identità precisa e nelle ultime 5 partite non ha subito gol. E noi dovremo affrontarla cercando il gol per vincere la partita. Sono molto aggressivi, molto forti sulle seconde palle e fanno un’ottima fase difensiva”.

LA FILOSOFIA: ALLENARE I GIOVANI E FARLI GIOCARE
“Tutti gli aspetti si possono allenare, dove c’è terreno più fertile le cose si sviluppano con un tempo diverso. La cultura del lavoro, la cultura della professionalità, l’ambizione. E poi ci sono calciatori che hanno una motivazione innata. Considerata la giovane età dei giocatori del Parma, vanno costruiti in tante cose. Però il terreno è fertile. E poi bisogna giocare e affrontare le partite, i giovani devono giocare e fare anche delle brutte prestazioni per rendersi conto dove migliorare. Però nel frattempo c’è un piccolo dettaglio che bisogna vincere le partite. E noi dobbiamo giocare per questo, questo è il nostro obiettivo”.

IL DOPPIO RUOLO DI FRANCO
Vazquez? A me piace creare questa situazione, quando i calciatori possono fare due cose. Avere questa alternanza di abbassarsi o trovare spazio più avanti, quando un calciatore ha così tanta qualità, può servire per il corso del campionato
Saranno convocati Man, Mihaila, Bernabé e Inglese, mentre gli altri non saranno coinvolti per questa partita”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: