Come isolare i tubi dell’acqua esterni per evitare perdite ed eventuali danni

Come isolare i tubi dell’acqua esterni per evitare perdite ed eventuali danni

150
0
CONDIVIDI

come-isolare-tubi-dell'acqua-esterni

L’isolamento dei tubi dell’acqua esterni è una necessità da non sottovalutare. Le basse temperature invernali possono causare gravi danni all’impianto idraulico, soprattutto la notte, durante la quale l’acqua resta immobile nelle tubazioni, e di conseguenza il gelo solidifica e aumenta il volume. Ma anche le alte temperature possono causare alcuni danni. Inoltre, i tubi subiscono dilatazioni che, in caso di mancato isolamento, possono essere trasferite alle pareti e causare crepe nelle partizioni e danni alle piastrelle. Se vuoi isolare i tubi dell’acqua esterni ti spieghiamo come correre ai ripari. 

Perché i tubi dell’acqua devono essere isolati?

L’acqua che circola attraverso i tubi emette calore e le temperature estreme possono causare dilatazioni termiche. In inverno potrebbero i tubi non sopportare la pressione del congelamento e in estate potrebbero subire perdite dal calore. Per evitare queste situazioni, i tubi devono essere isolati.  

L’isolamento dei tubi è un aspetto molto importante da tenere in considerazione quando si installa l’approvvigionamento idrico (compresa l’acqua calda sanitaria e il riscaldamento) e il condizionamento dell’aria domestica (quando si installano sistemi di condizionamento dell’aria o di refrigerazione industriale).

In sintesi, le funzioni dell’isolamento dei tubi sono:

  • Ridurre le perdite di energia.
  • Ridurre il congelamento dei tubi situati negli spazi esterni.
  • Evitare la condensa.
  • Isolare i tubi che trasportano acqua calda.
  • Stabilizzare la temperatura dell’acqua per il consumo domestico.
  • Proteggere i tubi dall’azione dei materiali da costruzione.
  • Consentire l’espansione dei tubi.

Cosa utilizzare per isolare i tubi dell’acqua esterni?

Esistono diversi tipi di prodotti progettati per garantire un adeguato isolamento e controllo della condensa. Gli strumenti più utilizzati per isolare i tubi dell’acqua sono principalmente due:

  • Le guaine isolanti in schiuma, vetro o lana di roccia isolano termicamente i tubi per prevenire la perdita di calore o il congelamento e ottimizzare le prestazioni. Servono a fornire isolamento termico e quindi migliorare l’efficienza energetica dei tubi a fronte degli sbalzi termici, a evitare perdite e controllare la condensa e il congelamento. Queste guaine sono estremamente flessibili e ciò consente loro di adattarsi molto facilmente al diametro della corsa del tubo. 
  • I tubi corrugati in PVC, largamente utilizzati per l’isolamento anche negli impianti elettrici. La loro funzione è quella di evitare il contatto, e il conseguente deterioramento, di tubi da incasso con cemento, malta, intonaco e altri materiali da costruzione, ma non proteggono dalla condensa. Inoltre, permettono di differenziare i tubi dell’acqua fredda e calda grazie ai loro due colori: quello blu identifica il tubo dell’acqua fredda, mentre quello rosso è indicativo dell’acqua calda.

In alternativa, puoi coprire i tubi d’acqua esterni con appositi materiali isolanti termici, (vedi ad esempio i Tappi e le Protezioni OTM). Ci sono anche tipi di nastri autoadesivi speciali che vengono utilizzati per isolare e prevenire la condensa e le deformazioni dovute agli sbalzi termici. Sono resistenti agli agenti atmosferici e ai raggi UV e proteggono i tubi al meglio. 

Nessun commetno

Lascia una risposta: