Escursioni in Valtaro: un territorio sempre più gettonato dai turisti internazionali

Escursioni in Valtaro: un territorio sempre più gettonato dai turisti internazionali

459
0
CONDIVIDI

Chi ha avuto il piacere di percorrere un itinerario in Valtaro sa quanto questo territorio possa essere suggestivo e appassionante. Questa zona situata sull’Appennino Parmense, in uno snodo di incontro tra le tre Regioni (Emilia, Toscana e Lombardia), sa offrire dei paesaggi incantevoli e degli scorci talvolta indimenticabili. Tutto ciò sembrano saperlo bene i turisti stranieri che sempre più spesso scelgono la Valtaro per trascorrere alcuni giorni delle proprie vacanze.

Una tendenza che è sempre più spesso confermata non soltanto dalle statistiche del settore ma anche dalla presenza delle persone che è possibile incontrare percorrendo gli itinerari in Valtaro e dalla lettura dei blog e dei siti informativi pubblicati nelle differenti lingue straniere. In particolare i turisti apprezzano diversi aspetti della Valtaro, come ad esempio:

  • panorami incontaminati;
  • presenza di molti sentieri;
  • vasta ricchezza eno-gastronomica;
  • borghi storici da esplorare;
  • castelli affascinanti.

In generale i turisti stranieri apprezzano molto il territorio della Valtaro, come confermato dal fatto che sempre più spesso decidono di acquistare delle case in zona per trascorrervi poi le vacanze (aspetto confermato anche dai tanti cartelli scritti in inglese, apparsi in prossimità delle abitazioni in vendita).

Escursioni in Valtaro, le più gettonate

Le escursioni in Valtaro non sono però ovviamente amate soltanto dai turisti stranieri ma negli ultimi anni sono state sempre più riscoperte anche dalle persone della nostra zona e dei territori limitrofi, oltre che da tanti altri viaggiatori italiani. In estate inoltre la Valtaro permette spesso anche di beneficiare di temperature gradevoli e spesso miti.

Tra i percorsi più gettonati vi sono: il “sentiero dei carrelli” che prevede un percorso montano ideale per tutta la famiglia con partenza dallo dallo Chalet del Monte Molinatico; “La Ramata” che porta al Passo Santa Donna (che separa Borgo Val di Taro da Bardi), la “Marmitta dei Giganti” in Val Vona, il monte Pelpi, il Monte Barigazzo e l’indimenticabile Monte Penna.

Questi sono soltanto alcuni esempi di percorsi che possono risultare in grado di appassionare chi ricerca una bella giornata estiva da vivere in un clima di solito molto fresco e ventilato. Gli itinerari permettono di godere di panorami davvero suggestivi e appassionanti, di scattare delle bellissime foto ricordo e di praticare un’attività fisica particolarmente benefica per il corpo.

Ovviamente gli itinerari non sono tutti uguali e alcuni di questi sono maggiormente adatti alle famiglie, con bambini al seguito compresi, mentre altri richiedono una maggiore preparazione fisica, un allenamento specifico e l’utilizzo di un’attrezzatura da trekking. In generale prima di iniziare un’escursione è sempre consigliabile consultare le previsioni meteo e partire sempre con una buona scorta di cibo e una borraccia d’acqua.

Nessun commetno

Lascia una risposta: