Perdere peso dopo Pasqua? Prima scopriamo di cosa abbiamo bisogno, per evitare...

Perdere peso dopo Pasqua? Prima scopriamo di cosa abbiamo bisogno, per evitare diete inutili e dolorose

Ecco come conoscere le esigenze del nostro corpo per perdere peso in modo sano e duraturo

217
0
CONDIVIDI

Un chiletto di troppo è rimasto sui fianchi dopo il pranzo di Pasqua? Oppure la pancetta tonda ci ricorda quel bicchiere di vino in più? Nessun dramma, siamo umani, di carne e gusto a tavola, non robot che non hanno voglia di evasione.

Poi ci sono quei rotoli odiosi che il lockdown tra divano e serie tv ci ha appiccicato addosso e sembrano una seconda pelle. 

Nessun dramma: si può rimediare.

Ma per non spendere denaro energie e tempo, soprattutto tempo, prezioso verso la prova costume, è meglio un approccio nutrizionale ad hoc in base a quello che il nostro corpo racconta di noi.

Come si fa? Come una macchina può dirci di cosa abbiamo bisogno? Scopriamolo insieme. “la macchina magica” si chiama INBODY770 , strumento di nuovissima generazione per l’esame bio impedenziometrico.

Esame bio impedenziometrico? Vi pare una parolaccia? In verità è uno strumento che i consulenti sportivi, come quelli dei più noti centri dimagranti europei e non solo, usano da sempre. 

A Parma, Diamond Life, azienda tutta italiana che ha fatto della nutrizione sana come ausilio al vivere in salute una filosofia, creatrice di integratori completamente naturali che rappresentano un ottimo strumento di benessere, ha adottato la BIA, ovvero il macchinario per l’esame bio impedenziometrico di nuova generazione. 

INBODY770, appunto. 

Come funziona? E’ talmente semplice che non serve nemmeno realizzare un tutorial. Basta salirvi, appoggiare i piedi sulla pedana apposita, poi prendere le manopole tra le dita e seguire le istruzioni della macchina, che, comunicando con un computer guidato da uno degli esperti di nutrizione selezionati tra i migliori e più competenti da Diamond Life, racconterà tante cose del nostro corpo. 

Ad esempio?

• Peso (kg)

• Acqua intracellulare ed extracellulare

• Acqua corporea totale e segmentale

• Edema totale e segmentale

• Diagnosi dell’obesità

• Massa grassa totale e segmentale (kg)

• Massa magra priva di grasso totale e segmentale (kg)

• Percentuale di grasso corporeo totale e segmentale (% – kg)

• Grasso viscerale

• Proteine, minerali

• Massa muscolo-scheletrica (kg)

• Indice di massa corporea

• Rapporto vita/fianchi

• Tasso metabolico basale

• Massa cellulare

• Massa minerale ossea

• Circonferenza braccio destro

• Circonferenza muscolare braccio destro

• Valutazione nutrizionale

• Storico della composizione corporea, dell’acqua totale e segmentale e del rapporto ECW

• Bilanciamento del corpo

• Valutazione dello stato di salute

• Punteggio

Tutto qui? Non esattamente. Con questi dati alla mano, un nutrizionista esperto preparerà un regime nutrizionale ad hoc, combinando le nostre esigenze fisiche alle abitudini ed ai gusti. 

E’ costoso? Sempre meno che tentativi disperati e a vuoto. Sempre meno che perdere tempo, l’unica cosa che non torna mai indietro.

Nessun commetno

Lascia una risposta: