Dopo le ennesime botte, si chiude in camera con la figlia e...

Dopo le ennesime botte, si chiude in camera con la figlia e chiede aiuto: arrestato marito violento

341
0
CONDIVIDI

Nel corso dell’ennesima lite ha aggredito e picchiato la convivente, sferrandole anche un pugno. E’ con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali che nella tarda serata di ieri i Carabinieri delle Stazioni di Busseto e Fontanellato hanno arrestato un 36enne romeno residente in paese, chiamati dalla donna dopo che si era chiusa a chiave nella camera da letto insieme alla figlia, temendo nuove violenze da parte dell’uomo.

I carabinieri l’hanno trovata impaurita e dolorante a causa delle percosse subite, ed è stato richiesto l’intervento del 118.

I successivi accertamenti hanno permesso di ricostruire che dopo cena, durante una lite l’uomo, in evidente stato di ebbrezza, aveva sferrato un violento pugno alla donna . La 46enne si era rifugiata in camera, portando con sè il cellulare con cui ha chiamato il 112.

I militari, hanno trovato l’uomo in casa, a tratti agitato ed aggressivo. La donna, trasportata al pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore, ha riportato varie fratture ed una prognosi di 30 giorni.

L’aggressore, come riferito dalla compagna, non è nuovo a violenze mai denunciate per timore, ed è stato arrestato e portato nel carcere di Parma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nessun commetno

Lascia una risposta: