Liverani: “Colpa mia”. Alves: “Loro più forti”

Liverani: “Colpa mia”. Alves: “Loro più forti”

125
0
CONDIVIDI

Al termine del match tra Roma e Parma, le parole del tecnico crociato Fabio Liverani:

“Oggi non c’è stata partita e quando succede una cosa del genere la responsabilità è totalmente dell’allenatore; probabilmente in queste due settimane non sono riuscito a trasmettere e capire il tipo di partita e questo è un problema totalmente mio. Fortunatamente questa settimana si gioca ogni tre giorni, cerchiamo di cancellare questa brutta parentesi, preparare la Coppa Italia e poi continuare con il percorso del campionato. Le difficoltà sono tante, ma sta a me cercare le soluzioni: oggi probabilmente non l’ho fatto bene e quindi me ne assumo totalmente la responsabilità, lavoreremo da domani per migliorare”

“Quel che oggi è proprio mancato è stata la cattiveria nell’andare nei duelli, abbiamo fatto una partita a guardare un po’ troppo gli altri, quindi probabilmente io ho dato quest’idea e mi devo assumere questa responsabilità. Un momento negativo in campionato, per chi come noi lotta per la salvezza, lo stiamo vivendo all’inizio, speriamo di risolverlo presto ma non ho dubbi su questo perchè la squadra ha qualità tecniche e morali, ha bisogno di un po’ di tempo. So che ci sono le preoccupazioni ma mancano trenta partite, già prima di questa c’era l’idea di fare il punto prima della sosta di Natale, mancano sei gare e una di Coppa Italia, dopo di che tireremo una riga per capire dove siamo arrivati”.

“Il salto di qualità? Dobbiamo compierlo tutti insieme: nell’organizzazione, nell’andare a fare male, nel fare il sacrificio di difendersi per poi ripartire. Abbiamo fatto otto partite, incontrato anche squadre importanti come Inter, Napoli, Roma, c’è un po’ di difficoltà ma abbiamo davanti sei partite per arrivare a Natale, credo sia equilibrato dire che si potranno poi tirare le somme almeno a Natale se non al girone d’andata e vedremo a che punteggio saremo, quello è il mio obiettivo”

Le parole di Alves –  “Credo che abbiamo iniziato bene la partita, nei primi venti minuti, eravamo in gioco; abbiamo risentito però un po’ del primo gol e dopo ne abbiamo subìti altri due. Ritengo che il Parma avrebbe potuto fare meglio, la gara avrebbe dovuto essere più equilibrata, ma loro sono stati più forti di noi oggi“.

“In questo momento è importante concentrarci su quel che dobbiamo fare: lavorare più duramente ed essere più forti nelle difficoltà, perchè abbiamo bisogno di vincere più gare e giocare meglio, consci del fatto che bisogna lavorare ancora di più”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: