Azioni Amazon, l’ascesa decennale

Azioni Amazon, l’ascesa decennale

161
0
CONDIVIDI

Era il maggio del 1997 quando Amazon, realtà nata in rete dalla follia visionaria di Jeff Bezos per essere solo un luogo dove acquistare libri, faceva il sul ingresso a Wall Street, quindi nella Borsa americana, con azioni quotate a 18 dollari. Ne è passata da allora di acqua sotto i ponti ed oggi il gigante del web vende di tutto, compresi prodotti alimentari e farmaci.


Il re dei market place, quindi dei luoghi virtuali dove acquistare e fare shopping facendo ricorso alle tecnologie del web. Una crescita imponente, se si considera il fatto che nel 2017 Amazon ha registrato ricavi in tutto il mondo pari a 178 miliardi di euro, con un incremento del +30% rispetto al precedente anno di rilevazione.


Con il lockdown legato alla pandemia poi, i numeri degli acquisti in rete sono ancora incrementati, di conseguenza Amazon ha visto i propri affari crescere ulteriormente. Una ascesa costante e su più fronti, al punto che ad oggi gli analisti finanziari indicano le azioni Amazon come alcune delle più sicure tra quelle acquistabili in Borsa. Ed i perché sono evidenti.


Amazon: le sue azioni sono tra le più sicure


Ormai Amazon è un colosso, difficilmente si assisterà ad un suo crollo verticale. E come si può leggere dalle ultime news su mwinda.it, nel mese di Luglio il colosso di Bezos ha registrato più alto profitto in più di 26 anni di storia con una crescita delle azioniche ha toccato quota +60%.

Ecco perché in questo momento storico sono in molti a guardare con attenzione (e con l’acquolina in bocca) alle azioni di Amazon; paradossalmente sono diventate un porto sicuro, molto più di quanto non lo sono, adesso, titoli legate a società
consideratestoriche, brand forti e noti da decenni.

Tra l’altro già da qualche tempo è possibile investire in Borsa anche usando la rete, quindi le azioni possono essere acquistate facilmente collegandosi ad una piattaforma online di intermediazione ed andando poi ad inserire i propri ord
ini.

Un fattore che ha soffiato ulteriormente sulle vele della crescita di Amazon in Borsa, portando il suo creatore, Jeff Bezos, ad essere l’uomo più ricco al mondo con un patrimonio personale di 187 miliardi all’attivo.
Opportunità quindi per chi vuole mettere al sicuro i propri risparmi ma sempre con massima attenzione, ricordando che l’investimento in Borsa porta con sé sempre rischi e che è bene seguire i consigli di un promotore finanziari, se non si hanno le sufficienti competenze per fare tutto da soli.

Nessun commetno

Lascia una risposta: