Come scegliere un avvocato online?

Come scegliere un avvocato online?

181
0
CONDIVIDI

Dato che la tendenza è sempre più marcata, quella di rivolgersi alla rete per qualsiasi necessità, anche il mondo degli avvocati si è aperto verso questa possibilità. Il web come terreno fertile da sfruttare per intercettare la richiesta da parte di nuovi potenziali clienti.

Ebbene, il tutto è stato trasposto, negli ultimi tempi, al settore legale con la possibilità di richiedere consulenze e pareri direttamente sul web. Il che è senza dubbio un notevole vantaggio in termini di semplificazione, ma porta con sé anche diverse criticità. Come sempre diventa fondamentale il saper scegliere. Quali sono allora gli aspetti da valutare quando si procede alla scelta di un avvocato online?
Cerchiamo di analizzarne alcuni, i più importanti, con il supporto del portale Consulenza Legale Italia, studio legale operativo a Padova ma che nel tempo si è aperto alle possibilità garantite dalla rete.

Il primo step è capire ovviamente quello che ci occorre, quindi la tipologia di assistenza legale di cui si ha necessità. Ed allora diventa fondamentale eseguire la ricerca in modo corretto per intercettare la specializzazione legale di cui si ha bisogno.
Una volta portata a termine questo passaggio vi è la parte più delicata di tutta la faccenda, ovvero scegliere il legale che più si addice alle nostre esigenze. E qui diventa di fondamentale importanza un lavoro di ricerca approfondito in rete per stabilire se il professionista che abbiamo scelto sia considerato, abbia una buona fama, sia noto ad altri utenti. Un modo per sincerarsi prima di contattare il professionista, facendosi supportare anche da recensioni e pareri.

Il sito dell’avvocato trovato in rete va poi analizzato a fondo alla ricerca di informazioni che possano tornare utili; importante comprendere quali servizi offra, a quali condizioni (anche dal punto di vista economico), con quali tempistiche. Ed è poi determinante il primo contatto con l’avvocato, che deve essere rapido oltre che gratuito perché in questo approccio preliminare si andranno a porre domande generiche sull’eventuale futura collaborazione.

D’altra parte il vantaggio di rivolgersi ad un servizio di consulenza legale in rete è esattamente questo: poter avere un riscontro immediato, quindi con tempistiche nettamente ridotte, magari anche a costi meno sostenuti rispetto ai tradizionali canali che portano solitamente alla ricerca di un avvocato.

Tuttavia, proprio perché non si deve pensare che ciò che si trova online sia sempre oro colato, è di assoluta importanza sapersi muovere; una volta trovato in rete l’avvocato che si pensa possa andare bene per le proprie esigenze, si deve comunque cercare di chiarire ogni aspetto chiedendo preventivi di spesa futura e delucidazioni circa l’iter della collaborazione. 

Nessun commetno

Lascia una risposta: