I consigli per progettare il giardino dei vostri sogni

I consigli per progettare il giardino dei vostri sogni

561
0
CONDIVIDI

Il giardino è quasi sempre una delle zone più belle e accattivanti delle case e dei condomini. Ma da dove partire per progettare un giardino? O chi può farlo per noi? Di cosa bisogna tenere conto?

Da dove partire per progettare il tuo giardino?

Nel progetto del vostro giardino potrete inserire degli elementi che preferite per renderlo più accogliente e invitante per voi e per i vostri ospiti. È un progetto che può essere realizzato sia da chi ha il pollice verde che da chi non si intende granche di piante e affini. In fase di progettazione tenete sempre presenti le aperture di porte e finestre, sia per predisporre i percorsi funzionali, sia per godere appieno del giardino quando si è in casa.

Dove trovare le idee per progettare un giardino

L’ispirazione per realizzare il giardino dei vostri sogni può arrivarvi da un viaggio in cui avete notato delle piante particolari, da un libro scovato in una libreria, da una foto o semplicemente dalla vostra immaginazione. In qualsiasi luogo reale o della vostra mente avete racccoltole idee poi potete mettervi all’opera. Ogni angolo dei vostri spazi verdi ha le sue caratteristiche: l’obiettivo è quello di progettare il giardino di casa cercando di evidenziarne i punti di forza e, al contrario, nascondendone i difetti.

Quali sono i dettagli da tenere in considerazione?

Molto importanti nella determinazione del progetto del vostro giardino sono: la proporzione, l’unità e linee geometriche. La proporzione fa riferimento innanzitutto alle dimensioni dell’aria verde: tutto quello che andiamo ad inserire deve essere proporzionato. Un consiglio prezioso? Mai inserire piante troppo piccole o troppo grandi. Il concetto di unità riguarda l’evitare di creare contrasti stridenti tra le tipologie di coltivazioni utilizzate. Le linee geometriche di solito sono date da bordure e sentieri che hanno la funzione di condurre lo sguardo da una parte all’altra dello spazio. A questa funzione contribuiscono anche gli elementi naturali: alberi che si sviluppano in orizzontale regalano un senso di tranquillità; quelle verticali invece danno un senso di ordine e dinamicità.

In pratica: se volete un giardino a bassa manutenzione, sono le piante grasse o anche alberi da frutto che fanno al caso vostro. Se il giardino è medio-grande, bisogna mettere in conto di investire in un buon impianto idrico. L’irrigazione può essere fuori terra quando l’acqua viene trasportata da tubi flessibili collegati al rubinetto, e distribuita alle piante attraverso lance. Tre sono i tipi d’impianti: statici e rotanti, a battente e oscillanti. L’irrigazione interrata è gestita da una centralina con diversi tipi di programmazione, evitando così inutili sprechi d’acqua. L’irrigazione a goccia prevede ali gocciolanti, che si trovano a contatto diretto con le radici e non sono di intralcio alle attività in superficie.

A chi rivolgersi per progettare il proprio giardino?

Paesaggisti e un architetti del verde sono i professionisti che fanno al caso vostro se volete progettare un giardino ad hoc. È sempre consigliabile consultare un esperto, soprattutto se avete intenzione di fare grandi cambiamenti. Inoltre, non sono mai da sottovalutare gli agenti atmosferici quando si comprano elementi per l’arredo per i giardini.

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: