Costruire ed arredare con le lamiere stirate

Costruire ed arredare con le lamiere stirate

243
0
CONDIVIDI

In architettura, edilizia e design, le costanti innovazioni dei materiali, e la ricerca di sempre nuove soluzioni, sono elementi fondamentali nella progettazione di un’abitazione, un ufficio, uno showroom, o comunque di un qualsiasi complesso edificato, sia in interni che all’esterno. Fra le tante particolari produzioni, le lamiere stiraterappresentano, spesso, la migliore soluzione per facciate e strutture esterne, ma anche come originale materiale per arredamento, e come elemento di protezione.

Proprio così: possiamo ritrovare questo specifico elemento in svariate applicazioni dello sviluppo architettonico, peraltro in maniera sempre più ricca e originale nei particolari, specie nel momento di rifinire un edificio,dopo che è terminata la sua struttura principale. La lamiera, o rete, striata, in effetti, è un materiale funzionale che si presta a numerose personalizzazioni in base alle diverse esigenze tecniche ed estetiche, e che garantisce una lunga durabilità anche grazie alle finiture protettive, robuste, praticamente indistruttibili e disponibili in diverse colorazioni. Interessanti e moderni elementi di configurazione, (che si tratti di reti in acciaio inossidabile, alluminio, ottone o acciaio zincato), assicurano possibilità di utilizzo oltremodo convincenti, dalla protezione solare alle recinzioni esterne, dai rivestimenti di soffitti e pareti, alle strutture divisorieper ambienti interni, e molto altro.

Disponibili in rotoli e in fogli, la produzione di lamiere stirate può svolgersi sia in base a classiche misure standard, sia specifiche, in quanto l’ampiezza e la forma delle varie maglie dipendono dalle diverse sagome dei coltelli. Si ottengono tramite l’incisione e la stampa a freddodel materiale prescelto, e si presentano in imballi di dimensioni variabili, sempre comunque dal caratteristico aspetto a maglia. Le lamiere, infatti, vengono lavorate attraverso fori di varie forme e dimensioni, che vanno dal cerchio all’esagono, fra quelle più tradizionali, ma anche con sagome più fantasiose: questa caratteristica permette loro di essere utilizzate come strutture divisorie ma in grado di consentire il passaggio della luminosità tanto per gli ambienti interni quanto per quelli esterni, arricchite dalle speciali trasparenze, tipiche delle reti, con effetto frangisole.

Praticamente perfette per parapetti e recinzioni, divisori in ambienti più o meno ampi e reti di limite del terreno, si rilevano ottime soprattutto per la loro resistenza e flessibilità di utilizzo, in quanto, molto robuste e solide, non temono l’usura del tempo né degli agenti atmosferici. Si considerano scelta eccellente anche per controsoffittaturecon cui schermare antiestetici vedute di impianti: anzi, grazie alle possibili alternanze di vuoti e pieni, elementi curvi e piani, e a cromature personalizzabili, possono regalare all’ambiente persino design ed eleganza, nonché un importante comfort acustico.

Le lamiere stirate raggruppano, grazie alle loro caratteristiche, alcuni dei concetti cari ai consumatori, vale a dire resistenza, poliedricità ed economia. Non a caso, i numeri di utilizzo di questo materiale sono in costante aumentano, e si giustificano proprio con questi principi, tanto che architetti e designer sempre più spesso lo selezionano per i loro progetti e realizzazioni. E sono davvero elementi importanti, perché grazie alle reti forate è possibile poter fornire a qualsiasi struttura l’aspetto desiderato senza per questo limitare resistenza e comodità, ma anzi sfruttando al massimo la disponibilità di luce naturale e sviluppando un elevato livello di privacy in ambienti come studi, uffici o saloni in genere.

Elementi architettonici per arricchire e rendere più moderne le abitazioni e gli edifici di nuova concezione, le lamiere stirate rappresentano ormai un elemento pressoché irrinunciabile nella quotidianità edilizia contemporanea.

Nessun commetno

Lascia una risposta: