Picchia la convivente e la minaccia “Se chiami i carabinieri ti ammazzo”:...

Picchia la convivente e la minaccia “Se chiami i carabinieri ti ammazzo”: divieto di avvicinamento per un 50enne

311
0
CONDIVIDI

Botte e minacce alla convivente. Un nuovo caso di violenza contro le donne è stato scoperchiato grazie al coraggio della vittima che ha denunciato gli episodi di violenza dell’uomo, con il quale aveva deciso di andare a convivere, ai carabinieri: un incubo che, almeno per ora, sembra finito. Un 50enne residente a Parma infatti, secondo la ricostruzione degli inquirenti, in più occasioni ha picchiato la compagna, con la quale aveva iniziato una relazione alla fine del 2016. Nei primi mesi del 2017 la coppia aveva deciso di andare a vivere insieme: dopo pochi mesi però il rapporto è diventato turbolento, soprattutto a causa della forte gelosia dell’uomo.

“Se chiami i carabinieri ti ammazzo” – In quattro occasioni i militari sono dovuti intervenire nell’abitazione per liti che erano scoppiate tra i due: i 50enne picchiava la donna e in un caso le ha anche lanciato una bicicletta. Oltre alle botte c’erano le minacce di morte: “Se chiami i carabinieri ti ammazzo” le diceva dopo averla malmenata. Inoltre il 50enne, che ha alcuni precedenti penali, si vantava della sua fedina penale, dicendo di non avere paura delle forze dell’ordine, viste le sue esperienze passate. Dopo le denunce della donna nei confronti dell’uomo è stato emesso un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, oltre che il divieto di comunicare con lei in qualsiasi modalità.

Nessun commetno

Lascia una risposta: