3 giovani parmigiani ed il successo nel 2018

3 giovani parmigiani ed il successo nel 2018

110
0
CONDIVIDI

La città di Parma non è certo nuova alle storie di successo. Al contrario, la città emiliana è da sempre considerata un bacino di eccellenze, da quelle gastronomiche famose in tutto il mondo – basti pensare al parmigiano ed al prosciutto crudo – a quelle sportive. Il Parma Calcio 1913, che attualmente milita in Serie B, è stata storicamente una delle grandi protagoniste del calcio in Italia, collezionando negli anni importanti trofei e riconoscimenti internazionali: 3 Coppe Italia, una Supercoppa italiana e 4 titoli internazionali: una Coppa delle Coppe, 2 Coppe UEFA e una Supercoppa UEFA. E dietro a tante storie di successo, da quelle legate al mondo della gastronomia all’imprenditoria fino allo sport, non possono che esserci grandi personalità. Ed ancora oggi, tra i giovani, la città di Parma vanta grandi talenti e molte storie di successo. Oggi vi parliamo di Riccardo Della Ragione (imprenditore), Davor Lanini (pokerista), e Alberto Ghizzi Panizza (fotografo), 3 giovani accomunati dal raggiungimento di importanti traguardi professionali in questo 2018.

Riccardo Della Ragione. Una laurea in Biotecnologie all’università di Urbino, Riccardo Della Ragione è un giovane imprenditore di Parma, fondatore della startup innovativa Prometheus. Dopo oltre 3 anni di fatiche (Della Ragione ha fondato Prometheus nel gennaio 2015) il 2018 è l’anno della ribalta. Riccardo ed il suo team sono i vincitori della sesta edizione del Premio NIDI “Nuova Idea D’Impresa” organizzato da Innovami, incubatore, acceleratore e centro di innovazione con sede a Imola (Bo). Oltre ai 10.000€ investiti in società, Prometheus potrà contare sull’appoggio di Innovami e delle società partner per sviluppare il suo ambizioso progetto: l’azienda infatti si occupa di produzione di tessuti umani grazie alla tacnologia di una speciale stampante 3d. Ad oggi i tessuti sono destinati alla ricerca ma, in futuro, potrebbero essere utilizzati per i trapianti.

Davor Lanini. Per quanto il suo nome non sia tra i più noti del circuito del poker internazionale, il trentanovenne di Parma Davor Lanini (nella foto) ha raggiunto nel 2018 importantissimi risultati personali ai tavoli verdi di mezzo mondo. Basso profilo, ma non per questo meno talentuoso e soprattutto meno vincente ai tavoli da poker. Da oltre 10 anni infatti Lanini sfida i campioni di tutto il panorama del poker professionistico in giro per il mondo. Nel lontano 2008, quando Lanini era un promettente giocatore agli esordi, si ricorda la sua straordinaria prestazione al WSOP Main Event: classificatosi 81°, Lanini fu il miglior italiano in gara. Ma il 2018 è l’anno della ribalta: unico italiano al tavolo finale degli EPT Montecarlo 2018 Main Event, dove si qualificherà 14°, Lanini entra a far parte ufficialmente della nuova generazione di pokeristi professionisti italiani.

Alberto Ghizzi Panizza. Nato a Parma, Alberto Ghizzi Panizza eredita la passione per l’arte dal nonno pittore. Inizia fin da piccolissimo ad esprimere la sua creatività attraverso il disegno e la pittura. Poi, innamoratosi della tecnologia, passa alla fotografia digitale. Ad oggi Ghizzi Panizza è considerato uno dei principali fotografi naturalisti italiani. Collabora con i principali magazine di fotografia del mondo, tra i quali National Geographic e Discovery. Ha esposto in oltre 50 mostre, dagli Emirati Arabi alla Svizzera, a Parma naturalmente. Il 2018 lo vede protagonista del documentario The beauty of Rust prodotto da Nikon.

 

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: