Camera di Commercio: tre bandi per contributi alle imprese di Parma

Camera di Commercio: tre bandi per contributi alle imprese di Parma

204
0
CONDIVIDI

Dalla Camera di Commercio di Parma arriva un sostegno alle imprese del territorio: 730mila euro stanziati su tre bandi approvati dalla Giunta camerale, per contributi a fondo perduto da destinare alle aziende del territorio per incentivare le strategie di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0, migliorare le potenzialità attrattive di chi opera nel settore dell’accoglienza turistica, dei pubblici esercizi e del commercio alimentare al dettaglio, sviluppare le strategie d’internazionalizzazione.

Con le risorse dedicate a questi bandi confermiamo il nostro impegno per il territorio: sostenere le micro, piccole e medie imprese di Parma e provincia – sottolinea il presidente Andrea Zanlaridestinando una parte significativa del bilancio dell’ente alla digitalizzazione e allo stimolo della vocazione all’export. Inoltre, con uno sguardo alle iniziative legate a “Parma City of Gastronomy” e “Parma Capitale della Cultura 2020”, la Camera di commercio interverrà a supporto delle imprese in un’ottica di marketing territoriale per valorizzare la vocazione agro-alimentare e gastronomica del territorio e migliorarne le potenzialità attrattive. Tutti filoni meritevoli di ricevere un giusto e adeguato sostegno, perché i costi affrontati per attuare le strategie necessarie sono spesso gravosi, soprattutto per le piccole aziende“.

Le imprese potranno inviare le domande di contributo dal prossimo 27 giugno (fino al 31 luglio) per i bandi “Servizi di consulenza e formazione sulle tecnologie Impresa 4.0” e “Internazionalizzazione” e dal prossimo 4 luglio (fino al 2 agosto) per il bando “Qualificazione e sviluppo dell’offerta commerciale, turistico e ricettiva”.

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede operativa nella provincia di Parma. Il contributo viene corrisposto nella misura del 60% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti, fino ad un massimo di 7mila euro.

Nessun commetno

Lascia una risposta: